01 marzo 2011

Legati mani e piedi!


Colgo l'occasione di un articolo per tornare sul tema Banche.

Alcune banche hanno introdotto un balzello: fino a 3 Euro per prelevare contante allo sportello!
Questo è il risultato della lotta al riciclaggio e all'uso del contante: adesso ci troviamo costretti a usare per pagamenti ed incassi solo ed esclusivamente le banche e queste sono libere di modificare i costi come gli pare!

Ma questa non è l'unica trovata: costi per effettuare i bonifici fino a 10 Euro per le ristrutturazioni (che vanno effettuati OBBLIGATORIAMENTE in banca e non si possono fare on line!), costi per i bonifici RICEVUTI, costi per ritirare il contante, costi per l'affidamento, costi per lo sconfinamento, costi per l'home banking, costi per l'addebito delle utenze, costi per pagare le ricevute bancarie (o i RID), costi per incassare le ricevute bancarie (o i RID), polizze obbligatorie nel caso di mutui casa, interessi sugli interessi (sembravano sconfitti, invece, a volte, ritornano...), tassi passivi al limite dell'usura e tassi attivi pari a zero!

E come bel corollario: non si può usare un sistema alternativo, altrimenti si incentiva il reciclaggio!

In sostanza siamo costretti a usare le banche - e non mi dilungo di come siano ridotte le imprese - e queste possono modificare le condizioni a loro piacimento inserendo costi come vogliono.

Direi che come minimo ce la siamo voluta....

6 commenti:

  1. Io con il conto arancio mi trovo molto bene e veramente non spendo nulla! Speriamo che continui così. Il conto sulla vecchia banca lo tengo giusto nel caso remoto dovessi versare un assegno o dei contanti...

    RispondiElimina
  2. Le aziende specialmente e i professionisti non possono usare conti on line, perché non ci si possono versare assegni né emettere domiciliazioni, né riba, né fidi, né anticipi fatture.
    Per Gian: "Un elenco di cosa?"

    RispondiElimina
  3. intendevo le banche che fanno pagare

    ho visto su corriere.it che ci sono alcuni nomi, e almeno per una di queste banche c'è da tempo una precisa strategia per spingere i correntisti a usare il bancomat per prelievi (con un limite giornaliero molto + alto dei 250 euro soliti) e versamenti agli sportelli bancomat, prevendendo spese se in un trimestre il correntista compie un numero di operazioni allo sportello superiore a un minimo

    quindi il costo serve a incentivare l'uso delle macchinette automatiche

    RispondiElimina
  4. Si, però con le banche c'è una differenza: sono obbligato a servirmi di loro!
    Pensa se le banche imponessero un costo di 50 € sui prelievi allo sportello e di 25 sui prelievi al bancomat!
    Ovviamente tutte insieme, come sempre succede. Allora cosa continueremmo a dire? Che si tratta solo di un corrispettivo di un servizio?

    RispondiElimina
  5. non credo lo farebbero...

    RispondiElimina

Link Interni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...