23 dicembre 2011

Letterina a Babbo Natale

Tempo di letterine a Babbo Natale. Venti economisti sul sito www.sbilanciamoci.info (vedi qui) chiedono conto a Mario Monti dell'assenza di una patrimoniale sulla ricchezza finanziaria.

Una lettera che sintetizzo e sottoscrivo: "perché nella manovra .. non è presente una seria tassazione di tipo patrimoniale della ricchezza mobiliare? .. questo provvedimento avrebbe alcuni ovvi vantaggi. Il primo.. un gettito sostanzioso: secondo i dati ufficiali dell'Associazione Italiana Private Banking, "Il valore della ricchezza investita nel private banking in Italia nel 2010 [è di] 896 miliardi"...

"Aliquote anche molto miti consentirebbero .. l'indicizzazione delle pensioni, ..[ed] è il caso di sottolineare il guadagno di consenso che il governo ne ricaverebbe, per effetto della maggiore equità del prelievo complessivo"..

"..[oltre agli] effetti positivi non riusciamo a vederne di negativi".."ci sembra che non vi sia alcun motivo di efficienza che possa giustificare l'assenza del provvedimento" assenza che dipende "solo da ragioni di iniquità, e cioè dalla volontà di proteggere i redditi alti scaricando il peso del riequilibrio dei conti su quelli più bassi".

E così? "per fugare ogni dubbio è essenziale .. una spiegazione chiara e convincente. E anche sincera".

Una motivazione ufficiosa "che non sia possibile sapere dove si trova la ricchezza mobiliare, è smentita dai dati" citati "nonché da quelli forniti dalla relazione della Banca d’Italia sulla ricchezza delle famiglie italiane nel 2010".

Non si può dire che "la manovra ..prevede implicitamente un serio intervento sulla ricchezza mobiliare: il gettito proveniente dalla tassazione dei capitali scudati e dei beni di lusso ammonta solo al 6% della manovra complessiva netta, e al 4% delle maggiori entrate".

"Neanche la motivazione che non è possibile tassare la ricchezza mobiliare perché questa fuggirebbe all'estero è credibile. Come dimostrano i dati sul private banking, la ricchezza mobiliare dei cittadini italiani più ricchi è enorme, e non è certamente una tassazione con una piccola aliquota che li indurrebbe a trasferirne surrettiziamente la proprietà a prestanome stranieri".

"Al rischio ..[di] colpire anche i risparmi della classe media si può facilmente porre rimedio stabilendo un’equa quota esente, che renderebbe oltretutto l’imposta progressiva". "Possibili problemi di liquidità .. sarebbero facilmente evitabili concedendo adeguate .. rateizzazioni".

"In sostanza, ci sembra che ci siano molti argomenti a favore di una tassazione con un’aliquota non predatoria dei grandi patrimoni mobiliari.. Un chiarimento sulle ragioni della sua assenza dalla manovra sarebbe quindi opportuno".

123 commenti:

  1. Ciao Gian,
    a me le due cose che continuano a infastidire di più un questa manovra (ora che sono rivalutate le pensioni fino a 1.400 euro, che mi sembra una soglia accettabile) sono:
    - nessun taglio alle spese militari
    - rimandati i pochi tagli alla politica (li faranno mai?)

    Perché se ci troviamo in questa situazione è colpa dei politici incapaci che andrebbero tutti sbattuti fuori a calci nel sedere e perché sono contraria agli interventi militari quindi penso che il comparto dovrebbe essere ridotto al minimo e che anche i graduati più alti siano pieni di privilegi da eliminare.

    E' vero che le tasse dovrebbero essere più graduali, ma ho anche letto (se è giusto) che oltre una certa soglia si arriva a pagare il 45% che è una percentuale altissima anche rispetto a quella degli altri paesi. Piuttosto il problema è far sì che le tasse le paghino tutti.

    Insomma io non voglio che venga tartassato chi sta meglio di me (a patto che abbia guadagnato onestamente e pagato il dovuto al fisco) solo perché è ricco.
    Se l'Italia va male non è colpa loro ma di quella manica di corrotti e/o incapaci che sta a Roma, è giusto che siano i primi a pagare per quello che hanno combinato. Invece qui stiamo pagando tutti tranne loro.

    paoletta

    RispondiElimina
  2. Comunque resta alta la tensione sui titoli di stato italiani, anche in virtù del fatto che la Bce in questo periodo è poco attiva sul mercato dei bond sovrani. Nel pomeriggio i rendimenti dei Btp decennali risalgono sopra la soglia critica del 7 per cento, mentre il loro differenziale rispetto ai Bund tedeschi, è oltre la asta soglia psicologica dei 500 punti base.

    Ovvero:
    ai mercati la nostra manovra e la credibilità del signor Monti gliene fa un baffo.
    paoletta

    RispondiElimina
  3. vediamo cosa succede ma non sappiamo cosa sarebbe successo se fosse rimasto Berlusconi e poi ci sono altri motivi di preoccupazione come i tanti miliardi di titoli in scadenza nei prossimi 3-4 mesi, cui possiamo aggiungere la fiducia in calo dei risparmiatori e la quasi certa recessione

    ancora andrebbe considerato un altro aspetto: di solito in giornate particolari come quelle a ridosse delle feste l'operatività dei mercati è limitata e bastano poche vendite a far scendere i prezzi e quindi risalire lo spread


    sulle spese militari sfondi una porta aperta e mi pare di aver scritto che non era una buona scelta quella di un militare alla Difesa

    peraltro il ministro ha spiegato che diminuiranno le spese.. quanto non è dato sapere

    penso che abbiano volutamente evitato certe scelte adesso, sia perchè non c'era tempo di fare tutto e subito sia perchè se riescono i tagli e se la lotta all'evasione darà qualche buon effetto si potranno evitare altre misure come l'aumento dell'iva a settembre e tutto questo potrebbe avere qualche effetto positivo sui conti pubblici e sull'andamento dell'economia nella seconda parte del 2012

    invece non credo che le colpe siano dei politici corrotti o cose simili

    come ha spiegato Tremonti domenica, intervistato da Lucia Annunziata, dopo le elezioni della primavera tutti nel governo volevano + spese e meno imposte allo scopo di recuperare consenso

    osservazione che conferma quello che io avevo scritto http://econoliberal.blogspot.com/2011/08/corruzione-diffusa-ma-legale.html

    ovvero la spesa è molto influenzata da scelte finalizzate a conquistare consenso

    e un'ulteriore conferma di questo la trovi ad es. in questa tabella http://www.sondaggipoliticoelettorali.it/asp/uploads/immaginidomande/5102_3.jpg

    dove risulta chiaro che il centrodestra ha perso consenso man mano che cresceva la necessità di intervenire sui conti

    ma anche tanti interventi di gente come Berlusconi sembravano avere come unico obiettivo la persuasione dell'elettore a colpi di spesa pubblica

    quindi alcuni politici saranno corrotti e pessimi, ma se spendono a favore dei propri elettori anche questi sono responsabili, visto che non si tirano indietro quando si tratta di beneficiare dei soldi pubblici o quando cercano di non pagare

    RispondiElimina
  4. fan sempre dei bei lavori quelli di sbilanciamoci, avevo iniziato a seguirli da parecchio, e le contromanovre son sempre interessanti.

    RispondiElimina
  5. confermo che c'è a quel punto una connivenza tra chi compra, con i soldi di pantalone, e pantalone che si fa tarlupinare dichiaratamente.

    RispondiElimina
  6. Anche tu Gian, quando dici che Berlusconi cercava solo consensi distribuendo privilegi sfondi una porta aperta.
    Le nostre opinioni invece contrastano sulla sinistra o meglio sui rappresentanti della sinistra in Italia.
    Primo perchè per farsi superare da un pagliaccio bauscia tra elettori che per forza di cose non possono essere in maggioranza imprenditori evasori plurimilionari vuol dire che quelli di sinistra hanno come minimo qualche problema di comunicazione, credibilità, ecc.
    Secondo perché non fanno politica da un bel pezzo: nessun programma alternativo serio, solo critiche ad personam.

    Il male più grosso degli ultimi 20 anni è stato Berlusconi? Sì, al 50% per causa sua (e dei suoi elettori) e al 50% per colpa di un opposizione che aveva un solo punto nel programma: distruggere Berlusconi, dopo di che, il vuoto.
    Inoltre parliamo di una sinistra che in realtà sono tante sinistre, perché a tenerle unite è solo l'antiberlusconismo.

    Riguardo noi italiani: non abbiamo il benché minimo senso dello stato, ma non è come cerchi spacciare tu un problema limitato a imprenditori e liberi professionisti.
    Qui va tutto bene solo quando pagano gli altri. Ricchi o poveri, di sinistra o di destra: tutti reclamano diritti, ma nessuno ricorda i doveri. Lo stato esiste solo quando deve darci, ma non quando dobbiamo dare. Questi sono gli italiani; l’egoismo è ugualmente distribuito a destra e a sinistra, solo che quelli di destra hanno in genere la possibilità di fare truffe più grosse.

    Forse è per questo che non possiamo avere politici diversi da quelli che abbiamo, perchè siamo tutti così, A PARTE ME NATURALMENTE (lo esplicito anche se di solito è sottointeso nei discorsi degli italiani senza senso dello stato)

    E, in questa scala di valore al contrario, chi ha meno senso dello stato si dà alla politica perchè è lì che si possono difendere meglio i propri interessi e quelli del proprio gruppo, ceto o partito. Del resto è evidente che, per sua stessa natura, una cosa che si chiama “partito” non può che essere di parte.
    La connivenza tra eletto ed elettori è sempre la stessa. Nessuno guarda al bene della comunità nel suo insieme, per mantenere consenso e voti nessuno va mai oltre gli interessi di parte.

    paoletta

    RispondiElimina
  7. Le banche si preparano al ritorno della Lira

    http://www.rainews24.rai.it/it/news.php?newsid=159941

    Non è l'effetto del Natale Gian. Il rischio è concreto. Monti e la manovra alla crisi fanno il solletico. I sacrifici che ci stanno imponendo saranno inutili, perché indipendentemente dal destino dell'euro o da una bostra ipotetica uscita l'Italia è rovinata.

    Le mie riserve su Draghi aumentano ora che “la Bce ha praticamente azzerato l'acquisto di titoli di Stato sul mercato secondario” ( Il Sole 24)

    paoletta

    RispondiElimina
  8. mi pare tu faccia un'analisi limitata e anche un pò contraddittoria

    sai quanti voti prendevano nel 1992 (prima di berlusconi) i partiti di centro-sinistra (PDS, Rifondazione, Verdi e volendo anche la Rete)?

    se hai letto la tabella di cui ho messo il link , capisci che c'è stata un'evoluzione politica precisa.. e chi ha perso voti non è stata la sinistra

    se poi pensi che sia un problema di comunicazione, vorrei capire perchè la sinistra non continua a perdere e invece perde il grande comunicatore, sbattuto fuori da palazzo chigi come un dittatorello qualunque

    se poi l'italia non ha senso dello stato, perchè prendersela con la sinistra? ovvio che se così fosse, si spiega ogni vittoria di Berlusconi senza ricorrere a alcuna teoria sulla sinistra: lui non ha senso dello stato e propone un programma per chi non ce l'ha..quindi fa il pieno di voti se gli italiani non hanno senso dello stato (cosa su cui ho qualche dubbio)

    se poi la gente di sinistra non fa politica da 20 anni, vuol dire che prima la sinistra vinceva?

    cerca un pò di dati dei tempi passati e vedi quanto consenso mettevano insieme il pci + i suoi potenziali alleati... i dati ti sorprenderanno...

    spread... far salire lo spread magari vendendo titoli di stato ha un effetto fantastico: fa crollare il valore delle banche e questo non fa altro che creare un'ottima occasione di guadagno.

    la bce non ha comprato e non si prevedono acquisti in questo periodo di pochi scambi

    RispondiElimina
  9. La Dc era ovvio che vincesse per il semplice fatto che si chiamava "cristiana" a che aveva il sostegno della chiesa (in Italia all'epoca questo bastava a garantire la vittoria).

    Ma quando la dc è uscita di scena dopo tangentopoli (ammesso che sia mai uscita) la parte di voti di degli elettori di centro meno abbienti avrebbe dovuto confluire nella sinistra moderata che si era tolta l'etichetta di "comunista mangia-bambini" per allargarsi ai cattocomunisti. I partiti di destra, tipo MSI, ai tempi della dc avevano percentuali insignificanti.

    Invece scende in campo un bauscia volgarotto e fa incetta di voti.
    Poi due volte Prodi è stato al governo, quindi vuol dire che in quelle due elezioni il centro-sinistra ha avuto più voti e dopo è regredito.
    E vuol dire anche che i governi Prodi non hanno convinto gli italiani, se no lo avrebbero rivotato.

    Riguardo il futuro, personalmente escludo una vittoria del pdl, ma non sono altrettanto sicura che la sinistra ce la faccia. Molto dipende:
    - da quella nullità di Casini
    - da Passera
    - da eventuali sorprese (in un paese dove uno pseudopartito messo in piedi dalla sera al mattino ha governato 20 anni, le sorprese dell'ultimo secondo non vanno sottovalutate)

    News:
    Mentre le agenzie di rating avvertono che l'accordo raggiunto dai leader dell'Ue potrebbe non bastare a salvare la moneta unica dal collasso, il Sunday Times rivela che il ministero degli esteri britannico sta mettendo a punto un piano per evacuare le migliaia di espatriati britannici dalla Spagna e dal Portogallo nel caso in cui il sistema bancario dei due paesi dovesse collassare.

    Non ho capito bene i commenti riguardo lo spread e la bce... comunque BUON NATALE A TUTTI!!!

    paoletta

    RispondiElimina
  10. Una panoramica sugli italiani e il senso dello stato:

    Ho una parente che si lamenta per la sua pensione sociale. Da fame, è vero, però ha sempre fatto e fa tuttora la sarta in casa totalmente in nero, non ha mai dichiarato un solo centesimo di reddito. Però ce l'ha a morte con gli evasori ricchi. (lei ha evaso poco solo perchè guadagnava poco)

    Di solito i medici non mi fanno la ricevuta (se la voglio devo chiederla e pagare circa il 20% in più).

    Ho un amico nel PD che ha un ristorante e quando andiamo lì a mangiare la ricevuta non fa neanche finta di provare a farla (e non fa neppure il 20% di sconto dei medici)

    Mia prozia lavorava in fabbrica e non perdeva un sciopero nè un'occasione per "farla pagare ai padroni". Ha avuto una falsa invalidità (in Piemonte) a circa 45 anni nonostante fosse sana come un pesce (ora ha 86 anni e sta benissimo).

    I titolari di mio marito hanno un'azienda con un centinaio di dipendenti, non fanno niente in nero, ma scaricano esose spese personali come fossero aziendali.

    Un'amica maestra quando deve fare le pulizie grosse in casa si mette in mutua una settimana e anche quando fa uno starnuto o un colpo di tosse.

    Un'altra amica lavora in ospedale grazie a una palese raccomandazione.
    Un altro, quand'era in mobilità andava a lavorare in nero.

    Ho conosciuto anche la donna che è stata la pensionata più giovane d'Italia. Lavorava in Comune ed è andata in pensione con meno di 35 anni (di età non di servizio). Ha solo sfruttato un privilegio, non ha fatto nulla di illegale.

    Il padre di un mio vicino è stato condannato per aver pagato tangenti (aveva un’impresa edile e sostiene di essere vittima del sistema: “se non ti adegui, non lavori”).

    Posso riempire pagine e pagine del tuo blog con storie come queste, ma sono sicura che ne conosci almeno altrettante. Non sono io ad avere conoscenze equivoche.

    Aggiungo che quasi tutte le persone citate, a parte la disonestà nei confronti dello stato, per tutto il resto sono brave persone.
    Non voglio condannare né scagliare pietre contro nessuno, non sono perfetta neanch'io, descrivo solo dei fatti.

    L'egoismo è equamente diviso, votiamo quelli che promettono privilegi al nostro ceto, e quelli eletti cercano di regalare privilegi per aumentare il consenso.
    Ci accusiamo l'un l'altro, quelli più in basso invidiano quelli più alto (ma se fossero al loro posto farebbero esattamente le stesse cose) quelli più in alto pensano che quelli più in basso debbano lavorare per renderli ancora più ricchi. Ma nessuno denuncia gli altri perché la delazione non è ben vista qui e perché abbiamo un po' tutti la coscienza sporca.

    Ricordo che Gherardo Colombo affermò che Tangentopoli finì perché la gente smise di sostenerla quando cominciò a riconoscersi negli indagati che non erano più solo i grandi politici e imprenditori, ma persone comuni che commettevano gli stessi nostri piccoli reati.

    paoletta

    RispondiElimina
  11. se la forza della DC fosse stato l'appoggio della Chiesa come mai è crollata?

    E come mai quei voti sono finiti in buona parte in mano al peccaminoso Berlusconi?

    Prodi: nel 1996 non aveva affatto la maggioranza

    guarda i dati http://it.wikipedia.org/wiki/Elezioni_politiche_italiane_del_1996

    nel 2006 solo alla camera e di poco, peraltro coinvolgendo gente che non aveva nulla da spartire con il centrosinistra come Mastella o i pensionati poi passati con berlusconi

    RispondiElimina
  12. La posizione della chiesa è ancora importante in Italia, ma non come anni fa.
    La dc non è scomparsa non perché ha perso l'appoggio della chiesa, ma per mani pulite.
    Inoltre è scomparsa come partito, ma dalle sue ceneri sono usciti diversi politici della cosiddetta seconda repubblica (tanto per dirne uno: da dove esce Prodi?)

    Ad ogni modo, scomparso il partito dc, la chiesa ufficialmente si è schierata con Berlusconi (fino a poco prima della sua caduta) e per questo molti cristiani lo votavano.
    Perchè la chiesa appoggiava un maiale? Ma che domanda!!! Perchè le conveniva. Come qualunque altra entità, la chiesa offre i suoi voti a chi le offre di più. E poi gli scandali sessuali sono abbastanza recenti e quella banda di proteggi-preti-pedofili non si scandalizza per così poco, almeno fino a quando cade la facciata esteriore di finta rispettabilità.

    Comunque, da anni votare a sinistra non rappresenta più un "peccato" e la comparsa di una sinistra moderata che ha sacrificato il termine "comunista" ha permesso di raccogliere i voti di una parte di cattolici.

    Dalle tue tabelle risulta che il primo partito nel 96 era il pds e che l'ulivo di Prodi era la prima coalizione. Altrmenti come avrebbe potuto governare?
    Ci sono stati 2 governi Prodi e 2 D'Alema (e forse dimentico qualche altro governo di sinistra) vuol dire che la coalizione di centro-s ha superato quella di centro-d.

    Nell'altra tabella vedo una stagnazione del centro-s dal 2008 al dic. 2011 (43%) e una leggerissima decrescita rispetto al 2009 (44%).
    Se poi guardiamo il pd è passato dal 33 al 25% (- 8%).
    E questo nonostante il centro-d abbia perso quasi il 13% che hanno acquistato interamente Casini e Grillo e che si è portato dietro Fini.

    Riguardo il tuo vecchio post è tutto verissimo, ma punti il dito sempre da una parte sola. Non dirmi che le baby-pensioni le hanno fatte politici di destra per i loro elettori militari o imprenditori.

    Secondo me quella che tu chiami "corruzione legale" è per sua natura insita nel concetto di "partito" che è per definizione "di parte" e perciò mira solo agli interessi di quelli che l'hanno votato. Ovvero non puntano all'equità ma ai privilegi che consentono loro di mantenere il consenso degli elettori (e possibilmente di aumentarlo).

    Un minimo di equità si raggiunge nella disputa tra governo e opposizione, quando il primo (di destra o sinistra che sia) deve cedere qualcosa alla seconda. Chiaramente più è salda e duratura la maggioranza del governo meno sono le concessioni, minore è l'equilibrio.

    Comunque è proprio questa "diffusa corruzione legalizzata" da cui nessun partito si salva che mi porta ad essere critica nei confronti di tutti i partiti e un po' anarchica.
    Intendiamoci, condivido gli ideali della sinistra, ma non li vedo realizzati in nessun partito. Così come, pure essendo atea, apprezzo la predicazione attribuita a Gesù, ma non la vedo realizzata nel Vaticano.

    E per finire, come rimarca anche Strada, i governi di sinistra non hanno mai fatto nulla per ridurre le spese militari e qualche intervento militare l'hanno appoggiato anche loro.

    paoletta

    RispondiElimina
  13. i dati dicono che nel 1996 il centrodestra superava il 50% ma si sono presentati separati e per questo hanno perso

    quindi si smentisce l'idea che la sinistra era maggioranza e poi ha perso consenso.. se poi fai il confronto tra il 1992 (pre Berlusconi) e oggi la differenza è enorme

    Berlusconi era sostenuta dalla Chiesa perchè le conveniva? forse la tesi non è condivisibile però se è vero dimostra quel che ti ho detto all'inizio: il debito s'è creato perchè chi governava doveva comprare il consenso degli elettori

    certo le responsabilità non sono solo di alcuni, ma non si può paragonare la responsabilità di chi governava e quello di chi stava all'opposizione

    il blocco di potere che ha governato l'Italia con due eccezioni (1996-2001 e 2006-2010) è sempre stato lo stesso

    i dati dicono chiaramente che la spesa pubblica con Prodi e soci è rimasta sotto controllo mentre con altri no

    quando il debito è diventato troppo grande, non c'erano + soldi da distribuire e anzi si dovevano imporre sacrifici enormi (1992 e 2011) quel potere è crollato, ma è di quel potere la responsaibilità di tutto, babypensioni comprese

    RispondiElimina
  14. Guarda che non devi convincermi che Berlusconi ha governato male e che di recente ha perso moltissimo consenso.
    Il punto è che la sinistra, dopo aver acquisito una fetta di elettori moderati in seguito a mani pulite e alla scomparsa dei vecchi partiti, non è più cresciuta, è stagnante, e quello che ha perso il centro-d in parte è rimasto con Fini, in parte è diviso tra Casini e Grillo.

    Le due eccezioni al blocco di destra non sono brevi: 7 anni (e non 9 come hai scritto) su venti sono un terzo. 7 anni sono sufficienti a fare molte cose, ma purtroppo non ci sono state evidenti differenze ed è per questo che la sinistra non è cresciuta e non sta crescendo neanche adesso che Berlusconi ha perso una grossa fetta di consenso. Non si è meritata fiducia.

    Per quanto riguarda il debito pubblico, quello italiano si impenna con la crisi del 2007-2008, esattamente come quello tedesco, francese e di tutti gli altri stati europei, solo che era più alto in partenza.
    http://www.google.it/publicdata/explore?ds=ds22a34krhq5p_&met_y=gd_pc_gdp&idim=country:it&dl=it&hl=it&q=debito+pubblico+grafico

    paoletta

    RispondiElimina
  15. è impossibile che una persona pensi di votare fini, un neofascista, o un populista come grillo che ma anche, volendo, il PD... se stai da una parte e non prendi in considerazione l'altra perchè non hanno nulla in comune

    quindi inutile pensare che i moderati che prendono in considerazione i neofascisti potrebbero votare il centrosinistra ...

    i conservatori in questo paese sono sempre stati maggioranza... i voti che oggi prenderebbero pd, ivd e sel sono tantissimi, mai è successo che il blocco progressista fosse così forte

    quel grafico dimostra che siamo tornati ai livelli di diversi anni fa, non certo che il debito è cresciuto come negli altri paesi...E non dimostra neppure che il debito è dovuto alla crisi, visto che già 15 anni fa eravamo su livelli simili a quelli di oggi

    RispondiElimina
  16. al grafico aggiungi anche germania e francia e vedrai che sono passati nello stesso periodo da meno del 60% a oltre l'80%

    il che significa aumentare il debito di un 40% almeno rispetto al livello di partenza... cosa da noi non successa

    RispondiElimina
  17. Io vedo che in Italia il debito è aumentato del 15% circa dopo il 2007.
    Prima del 2007 in Italia la tendenza costante era in diminuzione eccetto nel 2004 e nel 2005 con Berlusconi e nel 2007 con Prodi. Quindi sostanzialmente non c'erano grosse differenze tra governi di destra e di sinistra fino al 2007.

    Prima del 2007 ogni paese ha curve diverse, chi sale (es. Fr e D), chi scende (es. Spagna o Irlanda) l'unica costante di tutti i paesi è l'impennata dopo il 2007 attribuibile più alla crisi mondiale che ai singoli governi dei vari paesi. Anzi la percentuale Italiana è addirittura più bassa di quella di molti altri, nonostante su di noi gravassero enormi spese di interessi.

    paoletta

    RispondiElimina
  18. il nostro rapporto debito/PIL è sicuramente salito anche perchè il PIL è sceso molto nel 2009, ma è salito molto meno rispetto agli altri paesi nonostante il pil da noi non sia salito + che altrove

    questo significa che la crisi non ha influenzato molto il debito, almeno da noi

    quanto alle responsabilità dei vari governi, oltre a leggere questo http://econoliberal.blogspot.com/2011/08/la-misura-del-disastro-di-tremonti-c.html che spiega come i diversi governi abbiano agito bene o male, dovresti guardare questo

    http://www.linkiesta.it/sites/default/files/imagecache/scala_940/uploads/articolo/gallery/debito%20pubblico%20pil.png

    è chiarissimo che mentre con il centrosinistro il rapporto debito/pil è sceso di oltre il 10%, da oltre il 120% a meno del 110%, con la destra la discesa è stata minima (da 109% a 106 circa) con un aumento in vista delle elezioni del 2006

    poi prodi ha fatto di nuovo scendere il rapporto nel 2007...nel 2008 s'è dimesso dopo 20 giorni circa, quindi quel che è successo dopo il 2007 è responsabilità della destra

    RispondiElimina
  19. Conoscevo uno dei grafici che mi hai segnalato e ricordavo che sotto c'era un'interpretazione. L'ho cercata e non porta alle stesse tue conclusioni.
    http://www.linkiesta.it/debito-pubblico-italiano

    "Se abbiamo a che fare con un fenomeno storico, allora la crescita del debito non è attribuibile – se non in minima parte – a un bravo o cattivo presidente del consiglio dei ministri."
    ....
    "In conclusione, l’Italia ha speso più di quanto incassasse per troppo tempo, e si trova oggi ad avere un gran debito pubblico. Fino a quando ha speso più di quanto incassasse? Fino a prima dell’ultimo governo Andreotti."
    ....
    "Da allora il saldo primario è stato o in avanzo, o in leggero disavanzo. Il deficit è stato il figlio del pagamento degli interessi sul debito cumulato. I deficit solo finanziari hanno però prodotto altro debito. La crescita economica (la variazione del PIL) non è mai stata troppo robusta, e perciò il rapporto debito su Pil o è rimasto stabile, o è appena sceso, o è cresciuto. Ultimamente il rapporto è cresciuto molto, perché il PIL è caduto molto nel biennio 2008/2009 e non si è ancora ripreso."

    Io non sono economista, perciò posso capire un grafico in sè, ma non riesco a inserire i dati in un contesto ampio e complesso quindi a comprenderne appieno il significato; però questa interpretazione però non l'ho data io, ma il Direttore di Lettera economica del Centro Einaudi

    E tu ti sei preoccupato di linkarmi l'immagine del grafico, ma senza il commento solo perché discorda dal tuo... non molto corretto.
    paoletta

    RispondiElimina
  20. Tre motivi per cui la destra è uguale alla sinistra e mangiano tutti insieme (ne esistono molti di più, non voglio essere troppo noiosa)

    1) Il giudice Colombo spiegò che avevano scoperto che per aggiudicarsi un qualsiasi appalto un'impresa doveva pagare una percentuale ben definita a seconda del settore in cui operava.
    Il ricavato veniva spartito secondo un accordo in base al peso dei partiti. Ad es. in Lombardia: 30% a dc-psi, 15% al pci e il resto ai partiti minori.
    Tangentopoli è finita e così la prima repubblica, ma hanno pagato solo alcuni e il sistema tangenti è rimasto in piedi tale e quale. La seconda repubblica è uguale alla prima, sono cambiati solo i nomi dei partiti e qualche faccia.

    2) Berlusconi e Prodi sono altrettanto criminali. I reati del primo li hai già spiegati tu, solo per questo motivo mi concentro sul secondo.
    Oltre alla vicenda SME e Cirio, alle Consulenze Nomisma, e alla vicenda della "seduta spiritica" nel caso Moro, Prodi è stato apertamente accusato dal giudice Imposimato per la vicenda TAV Roma-Napoli su cui stavano indagando anche Falcone e Borsellino. Il giudice ha tenuto diverse conferenze e scritto un libro sull'argomento, ma Prodi non lo ha mai querelato.
    Il fatto che Prodi e Berlusconi siano tutt'oggi a piede libero indica solo che in Italia non c'è giustizia, non che non siano colpevoli.
    Prodi e Berlusconi sono i due grandi criminali della seconda repubblica, tutti gli altri politici sono solo mezze tacche, cioè i loro crimini sono meno gravi solo perché non hanno la capacità e il potere di farne di più grossi.

    A meno che tu non voglia insinuare che in Italia gli unici giudici sani di mente siano quelli che si occupano di Berlusconi, mentre i processi per terrorismo, Moro, Orlandi li abbiano affidati a un pazzoide mitomane.

    3) quando Borghesi (Italia dei Valori) ha proposto di eliminare il privilegio dei parlamentari di percepire un vitalizio dopo 5 anni, la proposta è stata bocciata 498 parlamentari (contro 22).
    E' anche vergognoso notare che mentre lui parla, gli altri fanno spudoratamente gli affari loro invece di ascoltarlo. Neppure nella peggiore classe della peggiore scuola d'Italia penso ci siano alunni tanto disattenti e svogliati.
    Gli stessi parlamentari hanno trovato anche il modo di non attuare i tagli che inizialmente voleva fare Monti, rimandandoli a... secondo me a mai più.
    paoletta

    RispondiElimina
  21. non ho neppure letto il commento, non sapevo neppure ci fosse...quelli campano di soldi pubblici, secondo te distinguono i bravi politici dai cattivi, specie se i secondi versano contributi alla loro organizzazione?

    RispondiElimina
  22. il resto è ridicolo. Primo perchè fai riferimento a pezzettini di spesa pubblica per dimostrare una tesi sbagliata (che corruzione e sprechi siano la causa del debito) e poi perchè vorrei capire per quale ragione, se sono tutti uguali o criminali, solo qualcuno (Berlusconi e non Prodi) sia finito in numerose inchieste giudiziarie in qualità di imputato...

    RispondiElimina
  23. Sul Centro Einaudi non saprei, ho già detto che è quasi impossibile trovare notizie che non siano tendenziose.

    Sì, secondo me la corruzione è una delle cause del debito. Se una strada, una scuola o qualsiasi altra cosa viene a costare molto più del suo valore (anche 10 volte tanto) non capisco come questo non incida sul debito.
    Secondo me tanti "pezzettini" sommati fanno un "pezzettone".
    E se anche non facessero alzare il debito (e mi pare impossibile), sono comunque soldi sottratti al benessere e alla salute della gente (senti Strada sul san Raffaele, l'hai postato tu)

    Inoltre penso che la corruzione diffusa e impunita sia anche un pessimo esempio per tutti gli italiani, che finisce per legittimare comportamenti scorretti. Se i politici, che hanno anche doveri morali maggiori, percepiscono tangenti esentasse (corruttori e pure evasori) perché io, normale cittadino, dovrei sostenerli con il mio lavoro e le mie tasse?

    Il terzo effetto collaterale è che tutte queste notizie di corruzione finiscono per "immunizzarci". Ne sentiamo talmente tante che ormai non ci facciamo più caso, come se la corruzione fosse la norma.

    Vorresti negare che anche Prodi è stato più volte indagato e imputato? Che poi non sia stato condannato è un altro paio di maniche, purtroppo.
    Sarà Passera all'altezza di rimpiazzare tali predecessori?

    paoletta

    RispondiElimina
  24. mai imputato...gli imputati vanno a processo e non mi risulta che ci siano stati processi a Prodi

    l'indagine non significa nulla e il proscioglimento invece dimostra l'estraneità dell'indagato

    il miglior garante dell'onestà del centrosinistra è Berlusconi che attraverso i suoi uomini ha indagato in ogni modo sulla vita dei suoi avversari, da Prodi a Fassino... alla fine cosa è saltato fuori? quanti condannati? quanti processati?

    quanto al centro einaudi, poco importa chi siano... io ho semplicemente indicato i dati che non sono smentibili e in particolare ho detto che

    1 - nei 5 anni di centrosinistra (1996-2001) il rapporto debito/PIL è sceso da oltre il 120% a meno del 110%

    2 - nel solo anno in cui il Prodi 2 ha potuto influenzare i conti pubblici è successo lo stesso

    3 - nel periodo berlusconiano invece il recupero è stato minimo e alla fine il rapporto è risalito, in vista delle elezioni

    4 - lo stesso andamento s'è verificato con l'avanzo primario (vedi l'articolo precedente che ti avevo citato)

    chi smentisce questi dati oggettivi o li interpreta in modo differente... non dico cosa è

    ---

    corruzione: le spese per la strada, giusto per fare l'esempio di cui parli, sono una % molto bassa delle spese complessive dello stato, delle regioni ecc

    in generale la spesa pubblica sotto forma di costruzione di strade scuole ecc è poca cosa rispetto alla spesa per il personale

    quindi le tangenti pesano molto poco...

    RispondiElimina
  25. La Stampa scrive:
    Lo spread apre stamani ancora sopra la soglia dei 500. Le prime indicazioni della piattaforma Bloomberg indicano il differenziale a 514.7 punti, con un rendimento per il decennale italiano al 7,07%.

    Senza il sostegno della Bce lo spread btp-bund resta ancorato sui 500 punti base, fanno osservare gli analisti.
    I mercati, nonostante la pesante manovra, restano scettici sulle possibilità dell'Italia di abbattere il debito e allo stesso tempo di rilanciare la crescita. Le misure di Monti sono considerate «recessive» e, come ha sottolineato Visco, avranno «effetti restrittivi sul Pil stimabili in mezzo punto percentuale nel prossimo biennio.

    Questo è solo il preludio di ciò che aspetta l'Italia l'anno prossimo quando dovrà rimborsare oltre 300 miliardi di titoli di Stato.

    L'altro giorno Bini Smaghi ha rilasciato un'intervista al FT.
    http://www.ft.com/intl/cms/s/0/8cbffcae-2c80-11e1-8cca-00144feabdc0.html#axzz1hgWh2E3k

    E' ovvio che voglia togliersi qualche sassolino dalle scarpe, comunque parla di ritardi, dell'esito disastroso del "Deauville agreement", di politici che si “nascondono dietro gli avvocati per evitare di agire” e soprattutto di non capire "le discussioni quasi religiose sul quantitative easing" che, se non sbaglio, in parole poverissime significa stampare denaro.
    Per risolvere i problemi - spiega - non basta la maxi-asta con cui la Bce ha prestato alle banche europee con 489 miliardi.

    Stralci dell'intervista in italiano si possono leggere qui:
    http://www.repubblica.it/economia/2011/12/23/news/bini_smaghi_bce-27100827/

    e qui:
    http://www.investireoggi.it/estero/appello-di-bini-smaghi-al-ft-per-un-quantitative-easing-contro-la-deflazione-delleuro/

    paoletta

    RispondiElimina
  26. Su wikipedia nella pagina Prodi c'è una sezione intitolata:
    "Procedimenti giudiziari a carico di Romano Prodi"
    dove leggo:
    "Romano Prodi è stato coinvolto in alcuni procedimenti giudiziari, senza mai subire sentenze di condanna in alcun grado di giudizio. Prodi è stato riconosciuto non colpevole dalle accuse e non si è andati oltre le udienze preliminari"
    E poi a seguire tutti i singoli casi.

    Nella pagina di Silvio berlusconi
    "Procedimenti giudiziari a carico di Silvio Berlusconi"
    Silvio Berlusconi è stato oggetto di numerosi procedimenti penali, nessuno dei quali si è concluso con una sentenza definitiva di condanna, per via di assoluzioni (tre: una con formula ampia, due per insufficienza di prove), declaratorie di prescrizione e depenalizzazioni dei reati contestati.
    E poi a seguire la descrizione dei singoli casi.

    Dov'è la differenza????
    Se una persona normale facesse 1 decimo di quello che hanno combinato loro marcirebbe in carcere, mentre loro vengono assolti.

    La corruzione ha un piccolo peso sul bilancio dello stato? Non ne sono convinta e comunque non è una buona ragione per non combatterla.

    paoletta

    RispondiElimina
  27. della corruzione ho parlato in merito alla responsabilità del debito, non con riferimento all'opportunità di combatterla

    i conti sono facili da fare. 800 miliardi di spesa pubblica. Tolte pensioni e interessi ne restano 420 circa, e di questi almeno un 80% sono stipendi e cose simili... diciamo 80% per prudenza... restano quindi a essere generosi circa 80 miliardi di spesa diversa dagli stipendi

    ora 80 miliardi comprendono cose su cui non si possono pagare tangenti come l'elettricità, l'acqua, l'immondizia..ma supponiamo che non sia così

    se immagini una tangente del 5% (don Verzè incassava tra il 3 e il 5% degli appalti del HSR) abbiamo 4 miliardi... difficile attribuire a questa somma i problemi del debito pubblico che ammonta a 1900 miliardi

    ---

    quella su Prodi e Berlusconi è esilarante... non la commento neppure.. ma se vuoi ti spiego la differenza tra un elefante e un topolino

    RispondiElimina
  28. forse potresti leggere tutto

    In altri processi, infine, sono state pronunciate, in primo grado o in appello, sentenze di condanna per reati quali corruzione giudiziaria, finanziamento illecito a partiti e falso in bilancio. In alcuni casi, dopo un esito del primo o del secondo grado di giudizio sfavorevole a Berlusconi, i procedimenti non si sono conclusi con una sentenza di condanna: ciò grazie a sopravvenuta amnistia, al riconoscimento di circostanze attenuanti che, influendo sulla determinazione della pena, hanno comportato il sopravvenire della prescrizione oppure a nuove norme che hanno modificato le pene e la struttura di taluni reati a lui contestati, come nel caso del reato di falso in bilancio

    RispondiElimina
  29. quindi uno condannato diverse volte, l'altro no..

    RispondiElimina
  30. Berlusconi per forza non è mai stato condannato:

    fra le volte (tipo per falso in bilancio) che lo depenalizzò e quindi SOLO per questo non fu condannato, fra le volte che è riuscito a ritardare le udienze fino ad arrivare alla prescrizione....

    Riesce anche a me essere incensurato facendo così

    non esageriamo, Berlusconi è un caso unico in tutto il mondo occidentale, e non poteva che capitare e resistere così a lungo in un altro Paese se non in Italia

    RispondiElimina
  31. Ecco ad esempio, una delle nefandezze del povero piccolo topolino:

    http://www.youtube.com/watch?v=NpS8acymTQg&feature=player_embedded

    Qui invece il giudice spiega come la verità processuale spesso non corrisponda alla verità reale:
    http://www.youtube.com/watch?v=9jNVGPFXQKw

    x tangenti e corruzione
    Nel caso Tav di cui parla Imposimato, la corruzione è costata il 90% non il 5 %.

    Strada dice che il san Raffaele è una macchina da soldi, ma è in perdita, non ho sentito il 3-5%.
    E parla anche di un sistema sanità che si presta alla speculazione. E poi la povera gente deve andare a curarsi nei centri Emergency! Debito a parte, di tutte le truffe quelle che riguardano la salute sono le più vergognose.

    Altro esempio, avevo letto che ad esempio la linea gialla della metro di MI era costata al km, tipo il quadruplo se non di più di quella di Berlino o di Zurigo (o un'altra città svizzera, non ricordo bene) quindi non si parla di 3-5% in questi casi. Se vuoi posso cercare ed essere più precisa.

    Se poi aggiungiamo ad esempio le false invalidità (altra forma di corruzione), la costruzione di opere pubbliche lasciate vuote a marcire (tipo le denunce che fa Striscia) e cose di questo genere direi che il totale comincia a diventare cospicuo e a incidere sul debito dello stato. Anche perché quelle cifre si sommano anno dopo anno e dobbiamo pagarci pure gli interessi.

    Quindi secondo me la corruzione ha un peso sul debito pubblico, anche se ovviamente non è l'unica causa.

    paoletta

    RispondiElimina
  32. Vendemmia, su Berlusconi hai ragione su tutto, tranne sul fatto che sia un caso unico.

    paoletta

    RispondiElimina
  33. guarda io dico che uno che domina le televisioni, che fa più leggi ad personam che per il Paese, che "fa il premier a tempo perso" quando non va a mignotte con soldi pubblici, con sospetti (evidenze) colossali di affarismo con la mafia, populista ed incompetente come politico, che riempie le istituzioni pubbliche di criminali che gli organizzano i festini, che fa figure pessime davanti al mondo ogni volta mette il naso fuori dal Paese, che chiama pubblicamente "eroe" un condannato per mafia, che rende il suo popolo la barzelletta dell'Europa ecc ecc...

    Io so sicuro che non andrebbe da nessuna parte nemmeno qui in Spagna, e con questo ho detto tutto.

    Cercami un politico paragonabile a lui in tutte queste cose nel mondo occidentale.
    Sai che non lo troverai.
    Non nascondiamoci dietro a un dito, Berlusconi è un'anomalia italiana.

    RispondiElimina
  34. ma poi già soltanto dire in televisione ad una precaria "per risolvere il suo problema dovrebbe sposarsi con un miliardario, mio figlio potrebbe andarle bene, una signorina con un bel sorriso così ci può riuscire sicuramente".

    Sarebbe stato un suicidio politico in qualsiasi altro Paese, già solo per uscite come queste anche senza considerare tutto il resto.

    Le vicende giudiziarie poi, sono imparagonabili con qualsiasi altro politico della storia, il confronto con Prodi non sta ne' in cielo ne' in terra, Berlusconi si è autoassolto in un monte d'inchieste, Prodi no

    RispondiElimina
  35. L'ho già detto, è Prodi.
    Le colpe non sono identiche, ma ugualmente gravi.
    Tutti gli altri politici della cosiddetta "seconda repubblica" sono mezze calzette come politici e come criminali.

    I dati corretti sui costi della metro di Milano:
    Nel 92, un km di metro costava 192 miliardi, nello stesso periodo a Amburgo 45 miliardi, meno di un quarto.
    Nello stesso periodo, il passante ferroviario di Milano costava 100 miliardi a Km e è stato realizzato in 12 anni; il passante ferroviario di Zurigo è costato la metà, 50 miliardi a km, e ha richiesto 7 anni, anziché 12.

    paoletta

    RispondiElimina
  36. Come fa a essere Prodi?
    Hai letto l'elenco?

    L'unico punto (su molti che ho citato), su cui tenti di accomunare Prodi a Berlusconi è sulle inchieste giudiziarie.

    Ma a parte che è come accomunare Pacciani a un ladro di caramelle, poi Prodi è stato assolto, Berlusconi no, Berlusconi in molti casi si è assolto.


    E' ben diverso.

    Quindi Prodi scartato subito.
    Dimmi un altro.
    Ma che coincida bene e soprattutto anche con tutti gli altri punti, se per essere dei Berlusconi basta avere avuto un indagine a carico è inutile discuterne...

    RispondiElimina
  37. le opinioni di un ex magistrato (da 25 anni ha smesso di fare il magistrato) che ha pure lavorato per Canale 5 e collaborato con don Gelmini, amicone di Berlusconi ed ex prete accusato di vari reati) sono del tutto irrilevanti in assenza di prove

    soprattutto se, come riporta wikipedia (È il primo a parlare delle connessioni del terrorismo italiano con i servizi segreti israeliani e della presenza nel caso Moro del KGB), è personaggio assai fantasioso (delle connessioni di cui sopra non s'è mai trovata alcuna prova)

    Berlusconi è stato condannato, come spiega wikipedia. Non in modo definitivo, per varie ragioni, nessuna delle quali riguarda il merito dei reati. Nel merito è stato condannato, poi le regole del gioco, modificate in alcuni casi dallo stesso Berlusconi, gli hanno permesso di non subire condanne definitive

    RispondiElimina
  38. "le regole del gioco, modificate in alcuni casi dallo stesso Berlusconi, gli hanno permesso di non subire condanne definitive"

    appunto. A questo mi riferisco quando parlo della differenza tra chi viene assolto dalla giustizia e chi viene condannato da essa ma alla fine della fiera si autoassolve da solo...

    RispondiElimina
  39. o è assolto per regole assurde fatte apposta per impedire le condanne, pagando avvocati che fanno perdere tempo e puntano alla prescrizione

    RispondiElimina
  40. si si certo, mi riferisco anche a questo, l'avevo scritto anche io prima

    effettivamente il paragone con Prodi non regge proprio.

    RispondiElimina
  41. Già, chiunque dica qualcosa di diverso da quello che pensi tu, Gian, è un complottista.
    Resta il fatto che Prodi non ha sporto denunce.

    Imposimato ha un curriculum di massimo rispetto con riconoscimenti internazionali e anche dell'ONU. Se da pensionato si è dilettato in tv e con sceneggiature, non gli toglie credibilità. Come giudice ha fama di integerrimo e si è occupato di alcuni dei più importanti processi del secolo.

    Quindi io ripeto che Prodi è delinquente quanto Berlusconi e non solo per quanto afferma Imposimato, ma anche per le questioni delle privatizzazioni dei primi anni 90.
    Se non è stato condannato è solo perchè è un "intoccabile".
    paoletta

    RispondiElimina
  42. Imposimato:

    1) nel 1987, come indipendente di SINISTRA, viene eletto al Senato della Repubblica, e nel 1992 alla Camera dei deputati.

    2) nei lavori della TAV dice che oltre Iri, Fiat, Eni, ci guadagnavano tutti i partiti esclusa Rifondazione

    3) perché i suoi articoli sono stati pubblicati da giornali stranieri, ma non da quelli italiani visto che Berlusconi ne possiede diversi? Perché questa notizia si trova solo in internet e non l'ha data Fede?

    4) Perchè scrive per una sconosciuta casa editrice e non per una delle tante di Berlusconi?

    5) il discorso che hai sentito lo ha fatto al NOTAV che protesta contro il governo.

    6) é verificabile che i lavori della Tav furono appaltati all'IRI di cui Prodi era presidente e che faceva parte del comitato di controllo dei lavori, esattamente come sostiene il giudice. E infatti il processo c'è stato: vedi Consulenze Nomisma su Wikipedia
    Prodi fu assolto, ma l'intrallazzo e il conflitto di interessi sono evidenti.
    Se si scomoda pure l'Eu a difenderlo vuol dire che ha protezioni molto in alto anche perché la motivazione non è convincente: era "solo" presidente del comitato scientifico di Nomisma... solo???!!!???

    7) la fantasia del giudice Imposimato (kgb nel caso Moro tesi ribadita, vent'anni più tardi, all'interno del dossier Mitrokhin) non è neppure paragonabile a quella di uno che dice di aver avuto l'indirizzo dell'alloggio dove tenevano Moro in una SEDUTA SPIRITICA!!!!

    Va bene che Prodi ha grossi santi in paradiso, ma che gli spiriti gli mandino pure i messaggi col piattino.... AHAHAHAHAHAHHHHHH
    Ma il clown non era l'altro???
    paoletta

    RispondiElimina
  43. a me dei giudici di forum non importa nulla... ho spiegato che c'è una differenza tra le cose e le persone...se poi tu preferisci i personaggi fantasiosi, non so che farci: spingere gli italiani a considerare Prodi e Berlusconi uguali è sempre stato l'obiettivo dei mezzi di informazione e dei politici di destra

    RispondiElimina
  44. io paoletta spero tu ti renda conto, che non ha senso considerare colpevole o innocente qualcuno secondo l'opinione di tizio o di caio....è assurdo.

    Parlano le sentenze

    Poi se proprio uno s'informa approfonditamente su di un'inchiesta, arrivando a conoscere i fatti precisamente, allora può dire con certa cognizione di causa se è d'accordo o meno con la sentenza.
    Ma anche in quel caso, l'assolto deve considerarsi innocente indipentemente dalle fantasie d'Imposimato, uno che ha detto tempo fa che vuole accusare la CIA al tribunale dell'Aia (e già questo anche a un mio professore di diritto e anche ad altra gente, non risulta sia quello il tribunale competente), per concorso esterno con Al Quaeda negli attentati dell'11 Settembre.
    Praticamente accusa la CIA d'aver detonato le torri gemelle con l'esplosivo basandosi su testimonianze di gente che conosce meno ingegneria di me...Professori di religione, filosofi....Una cosa ridicola, visto che tutti i migliori ingegneri struttiristi del mondo hanno scartato quell'ipotesi.

    Poi non si tratta di confrontare fantasie dell'uno e dell'altro.
    Ma di giudicare fatti e sentenze.

    Sullo spiritismo potrei dirti alcune cose "scandalose" ma verrebbe un intervento lunghissimo.
    Personalmente non ci credo eh agli spiriti, però anche racconti del genere come quello di Prodi li posso prendere in considerazione, semplicemente perché so che certe cose possono succedere anche solo per auto-suggestione, auto-convincimento (almeno io me lo spiego così, poi c'è qualcuno che pensa ci siano spiriti davvero).

    RispondiElimina
  45. "Prodi è delinquente quanto Berlusconi e non solo per quanto afferma Imposimato, ma anche per le questioni delle privatizzazioni dei primi anni 90."

    cosa sarebbe successo d'illecito che i magistrati coprono secondo te?

    Poi scusa se era un intoccabile non lo indagavano nemmeno, se lo hanno portato in tribunale tanto intoccabile non è.
    Poi continui a confrontare uno che nella sostanza è stato più volte condannato (Berlusconi) e che si è salvato dalla galera non per assoluzioni ma solo a suon di prescrizioni e depenalizzazioni di reati per i quali è stato riconosciuto colpevole, con uno che non è mai stato condannato (Prodi), in pratica si parla d'aria fritta, prove a sostegno delle tue accuse non ce ne sono...

    RispondiElimina
  46. la storia della seduta spiritica è stata spiegata.. anche se i soliti detrattori di Prodi (Vittorio Feltri e altri giornalisti di destra) la usano per diffondere le solite balle...

    Prodi e un gruppo di persone tra cui molti professori universitari si riunirono per altre ragioni in un week end e qualcuno propose la seduta spiritica da cui saltò fuori un nome assolutamente vero

    in quegli anni le università erano frequentate da gente vicina ai terroristi o da gente che sarebbe entrata in clandestinità

    qualcuno che conosceva i terroristi confidò a un professore il nome della via in cui si poteva trovare un covo delle BR e il professore invece di spiegare il tutto usò il sistema della seduta spiritica per rivelare la notizia

    RispondiElimina
  47. "Resta il fatto che Prodi non ha sporto denunce."

    se Prodi, come tantissimi altri politici o gente importante, dovesse meetersi a denunciare chiunque spari qualcosa su di lui, passerebbe più tempo in tribunale a fare cause che a casa sua, non farebbe altro tutta la vita

    RispondiElimina
  48. http://undicisettembre.blogspot.com/2011/10/ferdinando-imposimato-ordigni-nelle.html

    RispondiElimina
  49. Imposimato spiega che il tribunale dell'Aja può intervenire anche contro stati non firmatari come gli Usa. Infatti è intervenuto per esempio contro Iraq e Vaticano che pure non erano firmatari.

    Per quanto riguarda le torri minate, penso anch'io che si sbagli perché non è sua materia e dà retta a teorie elaborate da incompetenti; ma credo anche che sia vero che la Cia aveva concesso visti a terroristi che non avrebbe dovuto concedere e che le indagini non sono state svolte con la necessaria correttezza e trasparenza. Il diritto è la sua materia e su queste cose non sbaglia.
    Non arrivo a dire che è tutto finto o che sia stata la Cia a organizzare tutto, ma che quest'ultima faccia delle porcherie è evidente. E che gli USA abbiano sempre cercato pretesti per attaccare il medio oriente e l'ex amico Saddam anche è vero. Basti dire, che nonostante il parere contrario dell'ONU gli USA hanno proceduto ugualmente basandosi sulla falsa prova della bomba nucleare.
    O secondo voi gli USA sono davvero il modello democratico a cui dobbiamo ispirarci e i paladini della pace e dei diritti umani?
    Per me Berlusconi e Prodi sono due agnellini al confronto di un Bush o di quello che hanno combinato gli USA nel mondo (non che siano più buoni, hanno solo molto meno potere).

    Comunque Imposimato, a differenza dei nostri cari politici, non mai stato indagato nè sospettato di nulla, quindi almeno è onesto.

    Se la giustizia funzionasse, non dico perfettamente, ma solo un pochino, Andreotti non sarebbe arrivato alla sua veneranda età a piede libero. Qui uno dei pochissimi che ha pagato il suo giusto conto con la giustizia è Craxi.

    Anche un super-intoccabile come Andreotti ha avuto i suoi processi, ma alla fine per riffa o per raffa ne è sempre uscito.
    Questo perché, se non facessero nessun processo in seguito a certe vicende l'opinione pubblica insorgerebbe (come è insorta quando sembrava che il parlamento salvasse Craxi). Invece fanno i processi e assolvono, così poi dicono: c'è stato un regolare processo ed è risultato innocente, chi pensa che sia colpevole lo dimostri.

    Ma tu oseresti andare alla polizia a fare una denuncia basata su quello che dice un piattino?
    A parte che io non ho mai fatto sto gioco cretino, ma se un giorno per ridere lo facessi non oserei mai fare una denuncia basata sulle rivelazioni di un piattino.
    Ma lui c'è andato. Perché?
    Perché sapeva, ma non poteva giustificare di saperlo. Almeno poteva trovare una scusa meno scema. Ma forse ha pensato che siccome era tanto scema avrebbero pensato che doveva essere vero perché nessuna persona con un grammo di cervello oserebbe dire scemenze simili.

    Tutto questo per dire che non abbiamo via di uscita, perché appena ci liberiamo di un delinquente, un altro è subito pronto a prendere il suo posto. Da tempo qui è un male sistemico, i singoli uomini sono intercambiabili. Ognuno governa per se stesso e/o per le sue lobbies, non per il bene dell'Italia.

    paoletta

    RispondiElimina
  50. "Imposimato, a differenza dei nostri cari politici, non mai stato indagato nè sospettato di nulla, quindi almeno è onesto"

    eh??? uno è disonesto perchè sospettato o indagato????


    Prodi non ha fatto alcuna denuncia alla polizia... Non c'è stata alcuna denuncia...

    RispondiElimina
  51. Sì, uno che non è mai stato accusato né sospettato di nulla è onesto, mentre chi viene più volte indagato vuol dire che proprio integerrimo non è.
    La disonestà va provata è vero, ma non sempre è possibile arrivare alla verità, specie quando in ballo c'è gente con tanto potere.
    Gran parte del lavoro del giudice è dedicata proprio alla differenza tra la verità processuale e la verità reale.

    Forse Prodi non ha fatto direttamente la denuncia, ma lo ha detto al capo ufficio stampa di Zaccagnini. Chi poi ha fatto realmente la denuncia, o meglio la soffiata, non è riportato su Wikipedia, ma qualcuno deve averlo fatto visto che:
    "L'informazione fu ritenuta attendibile dal momento che, il 6 aprile, la questura di Viterbo, su ordine del Viminale, operò una perlustrazione sistematica del borgo medievale di Gradoli"

    Questa notizia è vera ed è lo stesso Prodi a dirlo, quindi non si può definire detrattore chi la riporta.

    Ma per tornare ad argomenti più attuali, cosa ne pensi dell'intervista di Bini Smaghi? e del post di Vendemmia sulla Germania?
    paoletta

    RispondiElimina
  52. paoletta non vedi che imposimato e' un folle complottista non una persona per bene come la d'addario ?

    RispondiElimina
  53. La D'Addario è una zoccola, magari è stata anche una cosa studiata, però quello che ha detto era vero, mi pare.
    Certo non si può paragonare un giudice con la carriera di Imposimato ad una excort, ma la verità è pur sempre la verità.
    paoletta

    RispondiElimina
  54. Scandalizzati pure per la mia affermazione, Gian, ma neppure Berlusconi è stato condannato per tutto ciò che gli è stato imputato. Allora vuol dire che era innocente anche lui?

    Un membro del comitato esecutivo della bce non è nessuno... se dice cose che non ti piacciono.
    paoletta

    RispondiElimina
  55. magari potessimo dire chi e' draghi?

    RispondiElimina
  56. sei tu chi non distingui chi è condannato da chi è sospettato e poi prosciolto... quindi non capisco lo scopo delle tue osservazioni

    bini non so chi sia..mai letto nessun suo libro

    RispondiElimina
  57. il fatto che questo bini sia stato alla bce e adesso rilasci interviste su cosa dovrebbero fare i banchieri centrali, non depone a suo favore...mi sa di persona con un QI inferiore alla media

    RispondiElimina
  58. Sul discorso di certe assoluzioni potremmo andare avanti all'infinito, credo. Ognuno è libero di avere la sua opinione, tu la tua, io la mia.

    Bini Smaghi ha un QI sotto la media. Monti lo avevi definito un asino economista, prima che fosse premier.
    Pare che più sei idiota più fai carriera.

    paoletta

    RispondiElimina
  59. assoluzioni? guarda che ti sbagli...certa gente non è mai stata processata e un'indagine non equivale a una condanna

    io ho criticato Monti, come adesso fanno in molti, a cominciare da molti economisti seri, in tempi non sospetti... molto prima di tanti altri

    RispondiElimina
  60. Constatavo che ci sono molti idioti ad occupare posizioni di grande responsabilità.
    paoletta

    RispondiElimina
  61. "ma neppure Berlusconi è stato condannato per tutto ciò che gli è stato imputato. Allora vuol dire che era innocente anche lui?"

    mi sembra ci siano decine di messaggi in cui ne abbiamo parlato.

    Per ciò per cui è stato indagato e prosciolto, ed anche per ciò per cui è stato processato ed assolto, è giusto che lo si consideri innocente (al massimo a qualcuno possono restare i sospetti specie quando l'assoluzione è dovuta all'insufficienza di prove, ma non di più).

    Per ciò per cui è stato riconosciuto colpevole ma è riuscito furbescamente ad evitare le sentenze definitive attraverso leggi ad personam, è giusto considerarlo colpevole.
    Uguale anche per i reati per i quali lo stavano condannando e lui li ha depenalizzati.

    Entrambe cose, queste due finali, che non si sono verificate con Prodi.

    RispondiElimina
  62. Vendemmia sono assolutamente certa della tua buona fede, ma quando sento un giudice che afferma che un rapporto della commissione antimafia è stato insabbiato e che la stessa commissione antimafia è sparita a causa delle pressioni ricevute, i miei dubbi restano intatti.
    Queste assoluzioni non mi convincono.

    L'accusa del giudice è estesa a tutti i vecchi partiti (esclusa rifondazione) accusati non solo di corruzione ma, peggio, di favoreggiamento alla mafia.
    E anch'io penso che tutti i partiti siano uguali, che mangino tutti insieme e che i loro leader siano i capo-banda, ovvero i delinquenti più grossi.

    Comunque voglio proprio comprare il libro perché siccome Imposimato parla di verbali di finanza e carabinieri, di minacce alla commissione, magari allega anche i documenti (come Vaticano spa) o comunque cita fatti più precisi e verificabili. Poi, se ti può interessare, ti faccio sapere.

    Certo che i politici non possono querelare tutti quelli che li accusano. Se lo scrivo io non sanno neanche che esisto, ma se lo dice pubblicamente un giudice che si è occupato di molti tra i più importanti casi giudiziari della storia italiana e che ha fatto parte della commissione antimafia, che ha perso un fratello per vendette trasversali, che hanno dovuto rimuovere per le troppe minacce, che è stato al senato (sinistra) la cosa ha un peso molto diverso.
    Eppure nessuno lo ha querelato.

    paoletta

    RispondiElimina
  63. giudice?

    imposimato non mi pare abbia mai giudicato
    S'è occupato dell'accusa e ha smesso da 25 anni

    tutti i partiti eccetto quello con cui s'è candidato...credibilissimo

    RispondiElimina
  64. Mentre aspetto il libro ho trovato tante cose interessanti su internet
    tra cui queste:

    http://www.lavocedellevoci.it/inchieste1.php?id=72
    La Voce delle Voci è l’edizione nazionale del periodico La Voce della Campania, fondato nel 1975 e fino al 1980 quindicinale del PCI.

    http://www.comitato-antimafia-lt.org/sito/documenti/Mafia-in-provincia-di-Frosinone.pdf

    paoletta

    RispondiElimina
  65. nel minestrone c'è scritto che le accuse sono state archiviate? http://www.blitzquotidiano.it/politica-italiana/catanzaro-why-not-archiviata-la-posizione-di-romano-prodi-155963/

    RispondiElimina
  66. Why not? non la conoscevo, ma su Wikipedia ho trovato la conferma a quanto sostiene Imposimato circa la sottrazione del processo al sostituto Luigi De Magistris mediante avocazione.
    Grazie Gian!

    Romano Prodi è stato indagato per abuso d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta "Why not" portata avanti dal procuratore (allora in carica) della Repubblica di Catanzaro Luigi de Magistris.
    Pare che dalle intercettazioni telefoniche risulti solo un "rapporto di amicizia" tra l'imprenditore calabrese Saladino e l'allora Presidente del Consiglio e quindi non risulterebbe essere implicato nel "comitato d'affari" che gestiva illegalmente i fondi europei.
    A fronte di ciò la procura di Roma, dopo aver avocato l'indagine a de Magistris, ha ritenuto opportuno fare istanza di archiviazione per l'ex Presidente del Consiglio[8]. L'archiviazione è stata ottenuta nel novembre 2009[9].

    Che belle amicizie ha Prodi.... non si fa mancare proprio nulla neppure il mago delle sovvenzioni di Stato (al secolo Carlo Saverio Lamiranda, uno che non teneva una lira) a cui ha venduto Cirio Bertolli!
    Glielo avrà presentato Pomicino?
    http://archiviostorico.corriere.it/1996/novembre/28/mago_delle_sovvenzioni_Stato_suoi_co_0_96112812197.shtml

    paoletta

    RispondiElimina
  67. http://www.radioradicale.it/scheda/111856/112420-nei-giorni-scorsi-il-presidente-della-finanziaria-fisvi-carlo-saverio-lamiranda-e-stato-arrestato-d

    29 giugno 99
    Nei giorni scorsi il presidente della finanziaria Fisvi Carlo Saverio Lamiranda è stato arrestato dalla Guardia di Finanza per peculato aggravato, false comunicazioni sociali e bancarotta fraudolenta nell'ambito di un'inchiesta sulla gestione di contributi statali e comunitari e sulla distrazione di somme dall'attivo di alcune società del gruppo, dichiarate fallite lo scorso anno.

    E qui da wikipedia la sentenza con leggina salva-culo ad personam:

    "L'inchiesta fu nota dal 23 febbraio 1996 e portò a una sentenza di non luogo a procedere nell'udienza preliminare il 22 dicembre 1997, con la più ampia formula di proscioglimento «perché il fatto non sussiste». Il GUP Eduardo Landi citò nelle motivazioni anche la riforma dell'abuso d'ufficio, varata pochi mesi prima (il 10 luglio) su iniziativa dell'Ulivo e votata anche dalla coalizione avversaria."

    Votata anche dalla coalizione avversaria? Tutti d'accordo.
    Io faccio una legge per te e tu ne fai una per me.

    RispondiElimina
  68. tutte molto fantasiose (le amicizie), come il resto....

    RispondiElimina
  69. Ho dimenticato di mettere il mio nome, ma tanto avrete capito che sono io.
    paoletta

    RispondiElimina
  70. "Pare che dalle intercettazioni telefoniche risulti solo un "rapporto di amicizia" tra l'imprenditore calabrese Saladino e l'allora Presidente del Consiglio"

    Guarda che questa l'ho letta al link che mi hai segnalato tu.
    O devo leggere solo le righe che approvi tu?
    paoletta

    RispondiElimina
  71. Non voglio entrare nei tuoi fatti personali, ma sono troppo indiscreta se ti domando se sei attivamente impegnato in qualche partito?

    Non voglio sapere quale partito, nè la città, ne nient'altro, solo sì o no.
    Se non vuoi dirlo fa lo stesso

    paoletta

    RispondiElimina
  72. no, mai fatto politica, non sono mai stato iscritto a nessun partito, non ho mai partecipato a qualche cosa che riguardasse un partito, non sono mai stato neppure a una festa di partito a cena

    RispondiElimina
  73. peraltro queste sono le domande amate dai sostenitori della destra....ovvero rifondazione e soci

    RispondiElimina
  74. Andreotti


    di nuovo è un'altra situazione.
    Anche lui s'è salvato per prescrizione non per assoluzione.
    Di nuovo non c'entra nulla con Prodi.



    Sul resto: E' inutile, si rimane alle chiacchere.
    Per quanto mi riguarda io prima di credere ciecamente e di prendere per oro colato una "rivelazione sconvolgente", aspetto le prove (comprese quelle d'Imposimato), mi dispiace...

    Troppo facile puntare il dito a destra e a manca per il solo pregiudizio che tutti i politici siano uguali e tutti i magistrati siano corrotti...Fintanto che non si dimostra ciò che si dice è aria fritta.

    E' assurdo che conti di più l'opinione di qualcuno (che nonostante la buona fama meritata, di corbellerie comunque ne ha sparate), che un proscioglimento della magistratura.

    Poi una cosa:
    Per esempio, quando ad Annamaria Franzoni furono concessi i domiciliari in attesa di giudizio, se ti ricordi bene la destra sparse la voce che fosse stata protetta da Prodi in quanto parente di sua moglie (che di cognome fa Franzoni).

    Sarà stata un'accusa pesante? Certo.
    Era vero? No, è stato dimostrato chiaramente che non c'è nessuna parentela ne' nessuna relazione tra Annamaria Franzoni e la moglie di Prodi.

    Eppure ci furono denunce? No

    Lo sai che c'è un sacco di gente che se ne va in giro bellamente a dire per esempio che la bce e la banca d'italia falsificano il bilancio perchè scrivono al passivo i soldi emessi per acquistare titoli (come è ovvio che sia)?
    E' ovvio che non si tratti di falso in bilancio, se io compro qualcosa i soldi che spendo vanno al passivo, è logico.
    Ci sono state denunce? No

    e chissà quanti altri esempi si potrebbero fare....

    Semplicemente uno a volte lascia che la gente chiaccheri, soprattutto se tanto si tratta di voci a cui da credito poca gente, piuttosto che mettersi a fare cause mega-lunghe con tutte le magagne che comportano...
    Con magari l'unico risultato di fare pubblicità a certe teorie.

    Poi si potrebbe rigirare la domanda: perchè Imposimato non porta in tribunale Prodi e chi ha insabbiato le inchieste, se ha le prove di ciò che dice?

    RispondiElimina
  75. Wikipedia, Luigi DeMagistris

    Il 19 ottobre 2007 la procura di Catanzaro, nella persona di Dolcino Favi (avvocato generale dello Stato e procuratore generale reggente a Catanzaro), ha avocato a sé, per presunta incompatibilità, l’inchiesta, sottraendola a de Magistris. Il Pg facente funzioni ha inoltre disposto che la notizia venisse ufficialmente comunicata al P.M. solo il 22 ottobre. In un’intervista a Repubblica de Magistris dichiarerà infatti di esserne venuto a conoscenza dalla stampa.
    Giova ricordare che Favi, comunque, già nel 1989 era stato oggetto di attenzioni da parte del CSM e della Camera dei Deputati per «essere dedito a sistematiche violazioni di norme, in particolare di quelle poste a presidio dei diritti fondamentali dell’individuo».
    Giova anche ricordare che Favi avocò "Why Not"[6] giusto una settimana prima che scadesse la sua carica a procuratore e quando il CSM aveva già nominato il procuratore titolare, attuando l’avocazione in una forma particolarmente aggressiva (facendo, cioè, aprire, a insaputa del PM, la cassaforte dell’ufficio, prelevandone tutti gli atti d’inchiesta).
    Infine anche la presunta incompatibilità sostenuta da Favi (riguardante l’iscrizione sul registro degli indagati il ministro Mastella, che aveva chiesto il trasferimento di de Magistris), si è rivelata inesistente poiché Mastella era stato iscritto come senatore, e che le intercettazioni disposte dalla procura (come risulterà, a febbraio 2009, dai giudici di Salerno) erano perfettamente legittime poiché non vi era modo di associare preventivamente l’utenza usata anche da Mastella ad un parlamentare.[7]

    Sempre meno fantasioso Imposimato, sempre più equivoche le assuluzioni-archiviazioni. Una sola oretta di ricerche e saltano fuori le conferme.
    DeMagistris è attualmente sindaco di Napoli e non si può definire berlusconiano.

    paoletta

    RispondiElimina
  76. Andreotti è stato considerato colpevole di concorso esterno in associazione mafiosa, ma il reato era estinto

    RispondiElimina
  77. Gian grazie per avermi risposto. Io non faccio parte di nessun partito e neanch'io sono mai stata neanche ad una festa.
    Di destra? Rifondazione? ma rifondazione comunista?

    Comunque no, sono un po' anarchica (e tanto polemica) ma così per mio conto.
    la domanda l'ho fatta solo perché sarebbe stato inutile stare a discutere con un esponente di partito... è chiaro che negherebbe qualsiasi cosa.
    paoletta

    RispondiElimina
  78. Andreotti ha fatto molto di più di quello.
    paoletta

    RispondiElimina
  79. Continuano a non essere prove

    poi prima di prendere wikipedia per oro colato c'andrei piano....se leggi siti come perle complottiste o wikiperle, puoi vedere quanti sfondoni assurdi vi si trovano o vi si siano trovati.
    Almeno nella versione italiana, quella inglese di solito è molto più attendibile.


    conferme??
    Questa ti sembra una prova?
    l'archiviazione è rimasta.

    Se doveva essere processato veniva processato lo stesso con o senza De Magistris, soprattutto dopo che venne fuori che l'incompatibilità non c'era

    RispondiElimina
  80. concordo con vx, su tutto

    rifondazione è per molti aspetti un partito di destra: basta vedere cosa è successo quando il PD ha candidato Boccuzzi, operaio Thyssen, e ha invitato Rifondazione a fare altrettanto con Ciro Argentino.. o basta guardare il dispiacere di questi giorni di Rizzo a proposito della morte del dittatore nord-Coreano

    chi può rifiutare la candidatura di un operaio trattandolo come neanche Sacconi... o chi può fare danni agli operai come neanche Sacconi e Brunetta sono riusciti a fare se non uno profondamente di destra? leggi cosa pensa l'operaio Thyssen http://qn.quotidiano.net/2008/04/17/81182-operaio_trombato_disoccupato.shtml

    questi signori si comportano come Berlusconi (non a caso Bertinotti è sempre piaciuto a berlusconi) che evidenzia -da buon politico di destra- le differenze http://econoliberal.blogspot.com/2011/09/la-bocca-della-verita.html

    RispondiElimina
  81. poi uno che è iscritto a un partito non ha per forza meno credibilità o più pregiudizi di chi non è iscritto

    anzi spesso è vero il contrario

    RispondiElimina
  82. "basta guardare il dispiacere di questi giorni di Rizzo a proposito della morte del dittatore nord-Coreano"

    questa me la sono persa...non ci posso credere

    RispondiElimina
  83. questi sognano, mi sa, un mondo di operai schiavi e morti di fame...

    http://www.comunistisinistrapopolare.com/?p=2355

    http://www.comunistisinistrapopolare.com/?p=2361

    RispondiElimina
  84. "sarebbe stato inutile stare a discutere con un esponente di partito... è chiaro che negherebbe qualsiasi cosa"

    un mio amico dell'università è iscritto al PSOE, addirittura una cosa importante per lui anche a sul piano familiare perchè mi raccontava che suo nonno era un membro abbastanza importante sempre del soe (spesso gli spagnoli lo chiamano anche così senza dire la p), e che s'è fatto non so quanti anni di prigione durante il franchismo.
    Mi raccontò una volta che suo nonno gli diceva che i franchisti gliele facevano di tutte a "los rojos", che furono anni terribili quelli della prigione ecc ecc

    Mi mostrò la tessera, mi disse che partecipa spesso a riunioni, feste ecc

    lo sai non m'è riuscito di convincerlo a votare il psoe alle ultime elezioni?
    Mi rispondeva "io rimango del partito perè stavolta non lo voto, non mi sono piaciuti i tagli ecc ecc, non sono cose socialiste e quindi lo punisco non votando a questo giro".

    E non ha votato.
    Eppure è militante del partito

    RispondiElimina
  85. Non sono di rifondazione però ammetto che Bertinotti non mi dispiaceva come persona. leggerò senz'altro i tuoi link, ma un altro giorno, adesso ho già un sacco di schede aperte per la mia ricerca sulla Tav. Non conosco i casi di cui parli. Li leggerò.

    x vendemmia
    Wikipedia andava bene quando citavi contro Berlusconi.

    Per fortuna le fonti sono tutte documentate.
    Ad esempio: «Ostacolò de Magistris» Indagato l'ex pg Favi
    Il magistrato avocò l'inchiesta «Whynot»
    Non sarà stato Imposimato, ma qualcuno lo ha denunciato davvero.
    http://www.corriere.it/cronache/08_giugno_13/ostacolo_de_Magistris_Dolcino_favi_728ca990-3927-11dd-acb4-00144f02aabc.shtml

    Questa invece è la legge a cui si riferisce il GUP Eduardo Landi varata dall'Ulivo appena in tempo per salvare Prodi (quindi quando ha commesso il fatto l'ha trasgredita, ma non era più punibile al momento della sentenza)
    Legge 16 luglio 1997, n. 234
    "Modifica dell'articolo 323 del codice penale, in materia di abuso d'ufficio, e degli articoli 289, 416 e 555 del codice di procedura penale"

    Questa è la legge EU per gli appalti pubblici varata anche questa con un tempismo perfetto epr il processo Tav:
    http://europa.eu/legislation_summaries/internal_market/businesses/public_procurement/l22009_it.htm

    Che Prodi abbia venduto la Cirio-Bertolli-DeRica a Lamiranda amico di Pomicino che non aveva una lira (e che poi è stato arrestato x un sacco di reati) è appurato.
    In sè questa non è una prova di colpevolezza di prodi, l'alternativa è che sia completamente rincoglionito. Scegli tu.
    Però poi l'olio se lo è preso Unilever che aveva qualcosa a che fare con Goldman Sachs, ma Prodi non ci lavorava più, perciò il fatto non sussiste.
    Non sarà una prova però la vita Prodi sembra Beatiful... sono sempre gli stessi che girano e intrallazzano... bizzarre combinazioni del destino!!!

    Della Franzoni è una cavolata... chi lo accusato pubblicamente di una roba simile? solo stupide voci popolari. Hanno forse aperto un processo sulla parentela Prodi - Franzoni? Perché offendi il lavoro di giudice serio e onesto che ha rischiato la vita per fare il suo lavoro (che su alcuni punti si è già dimostrato esatto) con questi paragoni?

    paoletta

    Sull'amico DeBenedetti indago un altro giorno che adesso sono un po' stanca ;-)
    Devo essere proprio scema a usare così le mie vacanze!

    RispondiElimina
  86. Per me avete un'idea romantica un po' ottocentesca della politica, dei politici e dei loro fedelissimi sostenitori.
    Certo le eccezioni esistono, ma non sono che la conferma di una regola.

    Se poi mi dite che si tagliano la giacca a vicenda per invidia, ci credo, ma ammettere colpe del loro partito pubblicamente è cosa assai rara da sentire già tra i simpatizzanti, figuriamoci tra gli ultras.

    paoletta

    RispondiElimina
  87. Non conoscevo la vicenda però leggo:

    Diliberto lascia il Parlamento"Un operaio al mio posto"
    http://www.repubblica.it/2008/03/dirette/sezioni/politica/verso-voto/7-marzo/index.html

    e anche:

    Argentino non risparmia attacchi al collega Boccuzzi e al suo ingresso in politica tra le fila del Pd. "Antonio Boccuzzi è un amico, ma si sta cacciando in un gioco più grande di lui e rischia di farsi male" sostiene.
    ..... " Sia chiaro, però, che io farò campagna elettorale contro il Pd, perché" conclude, "insieme con gli amici di Montezemolo candida Antonio, strumentalizzando i morti della Thyssen".
    http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/politica/verso-elezioni-3/candidato-thyssen/candidato-thyssen.html

    Scusa ma non sapevo neanche chi fosse Diliberto... perché la colpa sarebbe di Bertinotti?
    Però lui è poco gentile con il collega... Non ho capito un tubo di tutta questa storia.

    Sul dispiacere di Rizzo hai ragione, ma cosa c'entra Bertinotti?

    "chi può fare danni agli operai come neanche Sacconi e Brunetta sono riusciti a fare se non uno profondamente di destra?"
    I sindacalisti?

    E il video di Berlusconi, cosa c'entra con Bertinotti?

    Non voglio difendere Bertinotti ma nelle cose che hai segnalato non ho capito quali siano le sue responsabilità...
    Non mi risulta che sia mai stato processato, nè indagato. Poi avrai i tuoi motivi per sostenere queste cose, ma spiegameli perché io fino a poco tempo fa seguivo marginalmente la politica e quindi sono a conoscenza solo dei fatti più clamorosi.

    L'unica cosa che non si può negare a Bertinotti sono buongusto e eleganza nel vestire, forse piaceva a Berlusconi perché ammirava due caratteristiche che avrebbe dovuto avere lui, quale rappresentante di destra.
    Bertinotti per certi versi ricorda un po' Agnelli, ma non penso che sia delinquente uguale.

    paoletta

    RispondiElimina
  88. Nella foga di leggere e scrivere mi sono confusa...
    la legge EU per gli appalti pubblici è stata bypassata (avevo scritto varata) ... scusate sono veramente fusa... è meglio che vada a dormire prima di sparare altre stupidaggini

    paoletta

    RispondiElimina
  89. .............
    la connivenza tra eletto ed elettori è sempre la stessa. Nessuno guarda al bene della comunità nel suo insieme, per mantenere consenso e voti nessuno va mai oltre gli interessi di parte.

    paoletta

    --------------------------

    venutovi a trovare dopo parecchi giorni, mi capitano sotto gli occhi le parole qui trascritte.

    Bravissiama paoletta !!! ma sei proprio una fanciulla o non sei invece un facchino coi baffi e con dei bicipiti al cubo?

    Buon Anno, gino

    RispondiElimina
  90. ciao gino, tutto bene?

    qualcuno forse s'è reso conto della vera intelligenza dei monti http://www.liberoquotidiano.it/news/899535/Monti2-Un-triste-Natale-in-casa-del-Prof-licenziato-da-Parmalat-il-figlio-Giovanni.html

    RispondiElimina
  91. No, io non ho citato wikipedia contro berlusconi.
    Tu lo facesti, ed in quel caso non c'era nulla da eccepire, perchè per quanto ne so è corretto ciò che veniva scritto e non presentava pareri personali come l'altra parte che hai citato che usa termini come "molto arrogante" ecc che un'enciclopedia seria si sognerebbe

    "Perché offendi il lavoro di giudice serio è[...] con questi paragoni?"

    ha fatto qualche inchiesta Imposimato su Prodi?
    No, si sta parlando sempre di chiacchere come nel caso che citavo.
    E comunque il paragone era per dire che l'assenza di denuncia non significa per forza colpevolezza.

    "Per me avete un'idea romantica un po' ottocentesca della politica"

    Per quanto mi riguarda la politica andrebbe cambiata da cima a fondo.
    Ma da qui a dire che uno ha la presunzione di colpevolezza solo in quanto politico ce ne corre (e tanto!).

    "Il magistrato avocò l'inchiesta «Whynot»
    Non sarà stato Imposimato, ma qualcuno lo ha denunciato davvero"

    io non l'ho mai negato ne' che fu coinvolto nell'inchiesta ne' che non ci fu l'avocazione.
    Ti ho soltanto detto che non è una prova di un complotto a favore di Prodi, in quanto che io sappia non è una decisione che può prendere il pm da solo, unilateralmente, deve venire confermata dal gip.
    Infatti se leggi (qui http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/topnews/2009/11/21/visualizza_new.html_1619459251.html)

    dice:
    "A firmare il provvedimento il Gip del tribunale di Catanzaro, Tiziana Macri'."

    Il tribunale di catanzaro, non la procura che ha sottratto l'inchiesta a De Magistris.

    Ecco perchè ho detto "se doveva essere processato veniva processato con o senza De Magistris".

    Vuoi dire che anche il tribunale di Catanzaro era corrotto? (lo stesso gip che avrebe dovuto confermare i rinvii a giudizio di De Magistris eh quindi cambia poco avocazione o meno..sempre lui doveva decidere).

    Se la risposta è sì, si torna al punto di partenza, è inutile partire dal presupposto che tutti quanti agiscano di malafede in quanto politici o giudici.
    Certe cose vanno dimostrate, del pregiudizio non posso farmene niente.

    RispondiElimina
  92. comunque i comunisti sono "di destra" più che altro nel senso che nella pratica fanno il gioco della destra.

    A questo penso si riferisca gian.
    Infatti io penso ad esempio che la democrazia cristiana penso che riuscì a vincere sempre anche grazie alla minaccia sugli italiani di venire governati da un partito estremista (pci)

    RispondiElimina
  93. io penso che chi distingue tra sè e gli altri, considerandosi superiore o comunque diverso sia di destra e bertinotti lo è, sia pure con la scusa dell'elite leninista

    la DC s'è solo comprata gli elettori...quando sono finiti i soldi è finita la DC, sia perchè nel 1992 non si poteva fare altro che imporre sacrifici sia perchè la DC come il PSI senza tangenti non saperva come sopravvivere

    lo stesso è accaduto con il centro-destra: prima hanno smesso di mettere a disposizione soldi di UDC e AN che se ne sono per questo andati (meglio: una parte di AN confluita nel pdl) e quando hanno annunciato sacrifici si sono sbriciolati

    il pdl resta in piedi solo perchè ha un padrone, altrimenti scomparirebbe

    RispondiElimina
  94. Imposimato faceva parte della commissione antimafia incaricata di indagare sui rapporti mafia-stato.
    La commissione era stata nominata dal governo Berlusconi (ma Imposimato non ne faceva parte) soprattutto in seguito agli omicidi di Falcone e Borsellino.
    Quindi, quello che dice si riferisce a quello che ha scoperto durante un indagine ufficiale che poi non ha potuto portare a termine per la caduta del governo e di conseguenza dell'incarico della commissione.

    L'avocazione di DeMagistris (su cui si è aperto un procedimento), la legge ad personam sull'abuso d'ufficio, le intimidazioni che ha ricevuto la commissione (di cui parlano anche altri incaricati), le privatizzazioni in cui compaiono sempre gli stessi soggetti (tutti nel circolo di Prodi con l'aggiunta di Lamiranda ora riconosciuto reo di un sacco di truffe) dovrebbero quantomeno far insorgere qualche dubbio in una persona obiettiva.

    Tanto più che i risultati di Mani Pulite portano alla stessa conclusione: tutti i partiti si spartivano le tangenti in base al loro peso e i lavori venivano appaltati alle ditte che pagavano e non con regolari gare di appalto.
    L'unica differenza tra Mani Pulite e questa inchiesta è che quest'ultima provava la connivenza dello stato con la mafia; cosa tanto grave da non poter essere ammessa (che lo sospettino tutti è un conto che venga provata è altra cosa).

    Imposimato non è a favore di Berlusconi, infatti leggi cosa scrive di lui:
    http://www.lavocedellevoci.it/inchieste1.php?id=475

    "la democrazia cristiana penso che riuscì a vincere sempre anche grazie alla minaccia sugli italiani di venire governati da un partito estremista (pci)"
    Su questo sono assolutamente d'accordo

    x Gino
    Sono un po' attempata per essere considerata fanciulla, ma non ho i baffi, non faccio il facchino e sono uno stecchino sottopeso per questo tutti mi chiamano Paoletta (il mio nome è Paola)

    RispondiElimina
  95. Sono rimbambita anche di giorno, non solo la notte:
    Imposimato faceva parte della commissione antimafia incaricata di indagare sulla mafia non sui rapporti mafia-stato, quelli li ha scoperti durante le indagini.
    paoletta

    RispondiElimina
  96. le commissioni parlamentari esistono da 50 anni e non le nomina il governo

    De Magistris nella sua carriera di magistrato cosa ha ottenuto? quali accuse si sono trasformate in condanne?

    scrivi prima di prodi e poi di mani pulite...che c'entra? quali incarichi ha avuto prodi nei partiti coinvolti in mani pulite?

    RispondiElimina
  97. x Gino
    Sono un po' attempata per essere considerata fanciulla, ma non ho i baffi, non faccio il facchino e sono uno stecchino sottopeso per questo tutti mi chiamano Paoletta (il mio nome è Paola)
    -------------------

    bè, di nuovo complimenti.

    Mi autorizzi a trascrivere quel post in un mio libercolo dove cerco di radunare un po' di buonsenso?

    Mi cosenti anche una criticuzza? Oltre a constatare i disastri, perchè non voltare pagina e cercare i rimedi? Magari lo hai fatto-lo fate e io non ho letto, in tal caso mi scuso in anticipo.

    gino
    e

    RispondiElimina
  98. a parte che già dal momento in cui dici "dovrebbe sorgere qualche dubbio" neghi la tesi iniziale secondo cui dovrebbe essere uguale a Berlusconi (su di lui ci sono certezze, falso in bilancio per cui fu riconosciuto colpevole ma fu depenalizzato ecc ecc).

    Legge ad personam sull'abuso d'ufficio? ma se non è mai stato nemmeno processato per abuso d'ufficio? E' stato prosciolto prima

    Almeno in Spagna le commissioni parlamentari non vengono istituite e soppresse dal governo.
    Sarebbe un'evidente violazione della separazione dei poteri.

    Poi Imposimato può aver indagato ciò che vuole, se ha le prove di ciò che dice, bene, altrimenti finchè non tira fuori quelle rimangono chiacchere.

    le privatizzazioni sempre agli stessi soggetti non penso sia qualcosa d'illecito, se la privatizzazione avviene nel rispetto della legge e delle procedure...

    RispondiElimina
  99. "in Spagna le commissioni parlamentari non vengono istituite e soppresse dal governo.
    Sarebbe un'evidente violazione della separazione dei poteri"

    neanche in italia il governo nomina nulla...

    e sulla vicenda sme si potrebbe scrivere un romanzo...se la sme è stata venduta a lamiranda la colpa è di craxi che impedì la vendita anni prima e di berlusconi che si inventò una finta cordata per impedire quella vendita, con tanto di reati connessi

    RispondiElimina
  100. gino, puoi scrivere quel che vuoi..

    RispondiElimina
  101. x Gian e x Vendemmia
    avete ragione, scusatemi io ho il difetto di essere approssimativa.
    IO ho sbagliato e non Imposimato che in realtà parla di una Legislatura (non di governo) che sarebbe finita prima del previsto e senza altri evidenti motivi proprio quando la commissione antimafia doveva presentare il rapporto.
    Rapporto che poi sarebbe stato insabbiato dalla successiva commissione entrata in carica con la nuova legislatura.
    Vi ho messo il link e potete verificare che l'errore è solo mio.

    Chi nomina la commissione antimafia comunque non ha rilevanza; l'importante è quello che è emerso dalle sue inchieste. Imposimato ne faceva parte, quindi sa quel che dice.
    Il fatto che non sia nominato dal governo credo che sia un punto a favore della sua indipendenza e libertà di indagine.

    Al momento non so essere più precisa, ma compro il libro e poi, se vi interessa vi dico i dettagli e i fatti esatti.

    Paragonavo Mani Pulite a questa inchiesta perché non mi preme tanto dimostrare la colpevolezza di un singolo politico (Andreotti, Berlusconi, Craxi o Prodi non fa differenza) ma quanto è marcio l'intero sistema basato sulla corruzione e sulla connivenza con la mafia/camorra/ndrangheta.

    x Gino
    Non ho ben capito se sfotti o se dici sul serio, comunque pubblica pure quello che vuoi.

    paoletta

    RispondiElimina
  102. x Gino
    Ho fatto molti commenti sui fatti attuali.
    Rimedi non ne ho purtroppo, solo opinioni...

    paoletta

    RispondiElimina
  103. X Paoletta.
    nò, non sfotto.
    Il punto è proprio quello che hai ben illustrato.
    Anche chi dice la verità, si limita alla mezza verità che gli fa comodo.
    Il rimedio consiste nel trovare un po' di gente disposta a riconoscere la verità intera, anche quella che gli è scomoda, e che poi si metta a cercare un sistema di regole per risolvere il problema.
    Naturalmente non è dicedo: "siate buoni, equosolidali, ..." che se ne esce. Questo è mestiere dei preti (che ci stanno lavorando da 2000 anni con scarsi risultati e anche in casa loro).

    gino

    PS. grazie Gian e buon anno a tutti!

    RispondiElimina
  104. Grazie Gino!
    Riconoscere i difetti è facile, cercare di essere obiettivi è difficile (cercare di esserlo, perché esserlo è impossibile), trovare un nuovo sistema di regole è ancor più difficile.

    Purtroppo tutti i sistemi di governo si sono rivelati fallimentari a mio avviso. Forse i sistemi migliori sono le democrazie del nord Europa a cui Gian aveva dedicato un post, ma non so se siano "esportabili" in contesti completamente diversi geograficamente, culturalmente, economicamente e con popolazione molto più numerosa. E comunque non sembrano essere sufficienti a portare la serenità dal momento che si registrano altissimi tassi di suicidi.

    Secondo me la lacuna della democrazia è proprio la commistione tra eletto ed elettori che a volte assume anche aspetti di ricatto e di complicità e in alcune zone addirittura di mercato.
    Dovrebbe essere il confronto tra partiti "di parte" a garantire un certo equilibrio, ma solo se c'è alternanza e/o sostanziale parità. Ma il problema della commistione pregiudica tutto: chi distribuisce più privilegi avrà sempre più voti.

    So di non aver elaborato una critica costruttiva, ma non sono proprio in grado... mi dispiace...

    paoletta

    ps scusa ma non ho capito cosa c'entravano i baffi, i bicipiti e il facchino...

    RispondiElimina
  105. "Tucidide afferma che realizzando il bene collettivo, si realizza anche il bene individuale. Ma se i governanti pensano solo al loro bene individuale e a quello dei loro amici, mentre il bene collettivo viene trascurato, essi stessi governanti saranno danneggiati, poichè la società si disgrega e gli stessi governanti saranno travolti".

    Condivido questo pensiero citato da Imposimato.
    So che posso sembrare una fanatica, ma giuro che non lo conoscevo fino a qualche giorno fa e che non voglio fare propaganda. è solo che mai ho trovato principi, valori e idee che corrispondessero ai miei quanto quelli di questo giudice e uomo politico.

    Più lo leggo e più sono INCANTATA. Penso che Gino possa trovare molti spunti molto più intelligenti di quello che scrivo io e mi auguro che anche Vendemmia e Gian abbiano voglia di leggere.
    Un uomo solo non basta, ma sapere che esiste mi ridà un po' di fiducia.

    http://it-it.facebook.com/pages/Ferdinando-Imposimato/161361346749

    paoletta

    RispondiElimina
  106. Ciao Gian,
    ho visto che l'asta di ieri è andata molto bene e il rendimento si è dimezzato; quella di oggi invece non è andata un granché e il rendimento è rimasto alto.
    Questo potrebbe significare che c'è una certa fiducia sull'Italia per i prossimi 6 mesi, ma sul lungo termine la fiducia è sempre bassa?

    Ho anche letto che la BCE ha concesso alle Banche la possibilità di rifornirsi di denaro all'interesse dell' 1%.
    Denaro che dovrebbe permettere alle Banche di concedere più prestiti e mutui, invece lo utilizzano per comprare titoli di stato guadagnando sulla differenza tra l'interesse che pagano e quello che paga loro lo stato.
    E' così che stanno le cose? E' un ragionamento corretto?

    Non si fa che parlare di liberalizzazioni. Fatico a capire quale e quanto vantaggio potranno portare. In generale sono abbastanza favorevole, ma non riesco a immaginare come possano dare un grande slancio all'economia italiana.

    paoletta

    RispondiElimina
  107. sto per scrivere qualcosa sul primo tema...io non credo molto nelle liberalizzazioni (appena è arrivato monti ho scritto speriamo faccia tutte le liberalizzazioni possibili così poi la smettiamo di usare le liberalizzazioni come scusa: se si fanno e non funzionano, poi non ci sono + dubbi)

    anche se in certi settori possono servire, dove c'è una rendita, come nelle farmacie

    a mio parere poi l'effetto è soprattutto indiretto: quando altri governi hanno toccato il tema l'effetto è stato un minor aumento dei prezzi rispetto ai governi che non pensavano a rendere + concorrenziale l'economia

    RispondiElimina
  108. è vero che le proposte del governo devono essere approvate, quindi non possono scontentare troppo i vari partiti e soprattutto il pdl, numericamente importante, ma è anche vero che per ora tutti (a parte Lega e IdV) non hanno dato grossi segnali di opposizione.
    E soprattutto è vero che anche prima che le proposte vengano discusse sembrano poco eque e poco brillanti.

    Allora mi chiedo, ma come mai questo pool di espertissimi che occupa posizioni così importanti propone soluzioni tanto mediocri, basate prevalentemente su un aumento di tasse e sulle liberalizzazioni? Sono questi i tecnocrati?

    paoletta

    RispondiElimina
  109. X Paoletta

    farò lo sforzo di dare un'occhiata a Imposimato, anche se per esperienza escluderei tutti quelli che hanno di già un po' di nome e/o potere.

    Baffi e bicipiti per esprimere "forza", in questo caso forza di una riflessione e un po' anche per attirare l'attenzione ... :-)

    RispondiElimina
  110. paoleta, il motivo per cui hanno messo tasse è semplice: si può fare solo così

    nella spesa pubblica c'è poco da tagliare, almeno nel breve periodo, (leggi http://econoliberal.blogspot.com/2011/08/spesa-pubblica-e-illusioni-liberiste.html) nonostante molti, facendo leva su sprechi e corruzione (e tante cifre sparate a casaccio) siano convinti del contrario

    non è facile poi tagliare. Un bell'esempio lo offre in questi giorni grillo. Un suo consigliere regionale in Emilia ha fatto appello al salvataggio dell'Unità e lui stizzito gli ha ricordato che il suo movimento vuol tagliare i contributi ai giornali...

    Facile dire tagliamo i soldi ai giornali. Ma quando si passa dalle parole ai fatti, si fa il contrario

    RispondiElimina
  111. x Gino
    Concordo sul fatto che quando uno sale qualche gradino in una piramide corrotta qualche compromesso deve averlo accettato.
    I principi che sostiene Imposimato mi piacciono molto, quello che fa realmente non lo so, spero non si riveli una grossa delusione. Comunque non ho detto di votarlo alle prossime elezioni, ma di leggere perché secondo me ci sono spunti interessanti.

    x Gian
    Le tasse nel breve periodo sono probabilmente la sola cosa da fare, ma potrebbe nel contempo gettare le basi per il futuro. Se non lo fanno, saremo sempre da capo perché diminuiscono i consumi di conseguenza i soldi raccolti con le tasse che dovranno essere continuamente alzate. E a me sembrano già alte soprattutto per i ceti più bassi, ma anche per quelli medio-alti.

    Invece si continuano a proteggere certe caste: nessun accenno di riduzione alle spese militari, niente ICI alla Chiesa (ma neppure ai sindacati), misure inefficaci contro l'evasione e niente tagli alla politica.
    (io aggiungo, ma so di non trovarvi d'accordo anche la legalizzazione della prostituzione e tasse altissime su tutto ciò che riguarda la pornografia)

    E questo perchè dietro al patetico teatrino questi bellimbusti mangiano tutti insieme amichevolmente. Ecco un altro piccolo esempio:

    Il referendum del 93 ha vietato il finanziamento pubblico ai partiti (come deterrente alla corruzione non funzionava un granché), ma l'hanno prontamente reintrodotto con il nome: «rimborsi elettorali ai partiti».
    Ma avete visto gli aumenti esponenziali nel corso degli anni?
    http://it.wikipedia.org/wiki/Finanziamento_pubblico_ai_partiti

    Come ulteriore conferma che i cittadini non vogliono finanziare i partiti: "L’adesione alla contribuzione volontaria per destinare il 4 per mille ai partiti resta minima". Eppure se ne strafregano e non basta la crisi a riportarli a un minimo di decenza, rispettabilità e onestà.

    Questo è solo un esempio, non è questa singola cifra a fare la differenza sul debito, ma se sommiamo tutti i costi della corruzione (la mancata realizzazione del ponte di Messina pare abbia provocato la richiesta di un miliardo di euro da parte della Impregilo) nel corso degli anni e gli interessi che dobbiamo pagarci sopra, secondo me il totale diventa significativo.
    Poi servono anche buone politiche (che neanche Monti sta facendo), è verissimo, ma fosse anche solo a livello di buon esempio e di dimostrazione di onestà, queste sarebbero le PRIME cose da fare in assoluto.

    Come ha affermato Monti "gli avvoltoi non ci mangeranno". Sono i politici con le pappatoie e con la loro cattiva politica a mangiarci.

    paoletta

    ps dovremmo imparare da loro. Come sanno stare tutti ben uniti quando si aumentano i privilegi! Non c'è neanche il rischio che perdano consenso, perché se lo perdono tutti alla fine è come se non lo perdesse nessuno.

    RispondiElimina
  112. X Paoletta
    ........................
    x Gino Concordo sul fatto che quando uno sale qualche gradino in una piramide corrotta qualche compromesso deve averlo accettato.
    I principi che sostiene Imposimato mi piacciono molto, quello che fa realmente non lo so, spero non si riveli una grossa delusione. Comunque non ho detto di votarlo alle prossime elezioni, ma di leggere perché secondo me ci sono spunti interessanti.
    .................

    Ho letto alcuni post e mi paiono tutti ok.
    Però si tratta di "conversazioni" tipo Ballarò ecc. Se la situazione richiedesse di dover "voltare pagina", serve una "nuova ricetta", serve qualcosa come "Il Capitale" o "La ricchezza delle nazioni" o un qualche robo illuministico che convinca l'opinione pubblica e poi si traduca in una nuova "Costituzione"

    insomma, secondo me è ora di prendere i forconi, anzi, i forconi presto li prenderanno e se non c'è in giro un po' di proposte ragionevoli chissà cosa verrà adottato.

    A meno che non sorga la dittatura dei banchieri :-) Gian non t'arrabbiare!

    buon anno!
    gino

    RispondiElimina
  113. io non mi arrabbio (quasi) mai e in questo caso non c'è motivo

    le alternative sono sempre ben accette..ma devono esistere e essere serie

    buon anno

    RispondiElimina
  114. Gian: ... le alternative sono sempre ben accette..ma devono esistere e essere serie


    questa esiste, quanto alla serietà sei tu che devi giudicare visto che il blog è tuo

    http://digilander.libero.it/selmigino/Proposta.doc

    buon 2012, in c... ai maya e agli asteroidi !!!

    RispondiElimina
  115. il blog è di chi ci scrive...

    RispondiElimina
  116. Ciao Gino e buon 2012 a tutti!

    Ho letto le prime 20 pagine del tuo doc.
    Innanzitutto complimenti per lo sforzo e l'impegno.
    Lo trovo interessante e per ora mi trovo a concordare con te, ma prima di fare commenti più precisi vorrei leggere tutto con calma.
    In linea di massima anch'io sono contraria a tutte le complicazioni perché nella migliore delle ipotesi rendono difficile la comprensione e nella peggiore nascondono intenti disonesti.
    Genialità è rendere le cose semplici e comprensibili ("Less is more". Scusate la divagazione informatica. Ma tra una massa di informatici presuntuosi che si permettono di chiamarci "utonti" e uno che ha cercato di rendere l'informatica semplice e di metterla a disposizione della gente per fare le sue cose divertendosi, era chiaro che vincesse il secondo, anche se ovviamente era un uomo d'affari quindi non l'ha fatto per bontà d'animo nè gratuitamente.)

    Al di là della scelta economica dell'Islanda (molto controversa: qualcuno sostiene che dovremmo prenderla ad esempio, altri la criticano, io non sono in grado di valutarla) mi pare che ci siano almeno due punti la cui validità è a parer mio fuori discussione:

    1) Il Governo è stato costretto a iniziare una ricerca per individuare giuridicamente le responsabilità della crisi, fino ad arrivare agli arresti di diversi banchieri e di alti dirigenti.

    2) l’Assemblea Costituente (Icelandic Constitutional Council), indetta a Novembre 2010 vede una forte presenza popolare e una grande interazione con la società.
    Il primo step è stato di quello di selezionare 25 persone che sono state scelte da un’elenco di autocandidati.
    Le proposte della Costituente girano ora in Facebook per poterne valutare l’apprezzamento e raccogliere i commenti. E’ il crowdsourcing: “Credo che questa sia la prima volta in cui una Costituzione viene abbozzata principalmente su Internet”, ha riferito Thorvaldur Gylfason, membro del Consiglio per la Costituzionale islandese.
    Con Facebook, Twitter, Flickr e Youtube, i membri del Consiglio costituzionale dialogo in diretta con i cittadini, e in streaming vengono trasmesse tutte le sedute, in diretta, sul sito web.
    Mi pare che quello che tu cerchi di fare sia abbastanza simile.

    Per finire mi permetto di trovare un "peletto" nell'uovo nel tuo documento: non storpierei i cognomi (Berlusca e Napoletano). Non per rispetto perché si meriterebbero appellativi peggiori, ma perché mi sembra che abbassino il tono dello scritto.

    Se è qui che vuoi scrivere la mia frase, mi sento molto onorata. Grazie

    A presto per commenti più precisi e complimenti ancora per il tuo lavoro; apprezzo tantissimo soprattutto il fatto che tu voglia allargare a tutti la discussione e la partecipazione. Grazie per averlo postato.

    paoletta

    RispondiElimina
  117. Grazie Paoletta, sono io ad essere gratificato e spero di ricevere critiche e suggerimenti.

    Quanto all'Islanda devo ammettere che in una nazione piccola è molto più facile.

    Se continuerai a leggere il mio scartafaccio, troverai l'ipotesi di un meccanismo di voto elettronico (fondamentale per la mia proposta) che ha suscitato lo scherno degli informatici "moderni" (io fui un informatico ante-PC); ho però sentito che in una repubblica baltica hanno già fatto una cosa del genere.

    Hai ragione sulle storpiature (però Napoletano è stato un errore di sbaglio) correggo subito.

    gino

    RispondiElimina
  118. x Gino
    sto leggendo, ma non mi sembra troppo carino invadere il blog di Gian con discussioni sulla tua proposta.
    Hai un blog tuo?
    Il vantaggio sarebbe anche che tutti i commenti di chi vorrà partecipare alla discussione sarebbero raccolti in un blog dedicato.

    paoletta

    RispondiElimina
  119. x Gino
    sto leggendo, ma non mi sembra troppo carino invadere il blog di Gian con discussioni sulla tua proposta.


    Hai ragione, l'avevo fatto tempo fa senza fortuna, vedo di ritrovarlo o rifarlo.
    Ad ogni modo nel libercolo c'è la mia mail.
    Sto aggiungendo un capitolo con varie lettere ricevute, compreso il tuo commento.

    gino

    RispondiElimina
  120. X Paoletta,
    ho aggiornato il libercolo che ora è raggiungibile via
    http://costituzioneebuonsenso.blogspot.com/

    RispondiElimina
  121. Ciao Gino, ho visto il tuo blog, ma gli anonimi non possono lasciare commenti...
    paoletta

    RispondiElimina
  122. x paoletta
    ora il blog dovrebbe accettare tutti ...
    grrr.... maledetti gli informatici moderni ... m'è toccato di installare google crome per aggiornarlo ...

    se mi sono sbagliato c'è sempre la mail
    gino

    RispondiElimina

Link Interni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...