11 gennaio 2015

Percentuali a caso

Quando in un articolo di giornale leggo una percentuale divento diffidente perchè l'errore è in agguato.

Come succede in questo articolo http://www.repubblica.it/economia/2015/01/11/news/evasione_fiscale_lavoro_nero-104738306/ di Repubblica.it, che parla di un impossibile sconto del 350% ("Ad esempio, per dipingere un trilocale, nella periferia zurighese, un imbianchino ha rilanciato, evidentemente a condizione di effettuare il lavoro in nero, sull'offerta di un concorrente, proponendo un prezzo inferiore del 350 per cento: 1.080 franchi, ovvero poco più di 800 euro, invece di 4860, circa 3800 euro.")

Se dovessi spendere 100 ma c'è lo sconto del 35, pagherò 65, cioè 100 meno il 35% di 100 cioè 35. 100 meno 35 fa 65.
Se lo sconto fosse del 100% non pagherei nulla. Se invece lo sconto è del 350% vuol dire che invece di pagare 100 mi pagano 250.

Allora come si spiega lo sconto degli artigiani che secondo il giornalista sarebbe del 350% ? Forse gli artigiani svizzeri pagano per lavorare invece di essere pagati per dipingere un appartamento?

La risposta è semplice: il giornalista fa un errore banale. Invece di prendere il prezzo pieno (100 nel nostro ipotetico caso) e poi calcolare lo sconto (35%), calcola lo sconto partendo dal prezzo scontato.

L'artigiano dovrebbe far pagare 4860 franchi, ma senza fattura fa pagare 1080 franchi. Lo sconto è pari a 4860-1080= 3780.

Poi invece di calcolare lo sconto di 3780 franchi rispetto al prezzo pieno di 4860 e quindi di giungere alla conclusione che lo sconto è del 77%, sbaglia dividendo i 3780 franchi di sconto per il prezzo effettivo, 1080.

3780 diviso 1080 fa 3,5 vale a dire lo sconto è 3,5 volte ovvero il 350% del prezzo effettivo. Di qui l'errore e il titolo a sensazione.



1 commento:

  1. L'aricolo è cambiato e le percentuali sono sparite...

    RispondiElimina

Link Interni

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...